DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 21 aprile 2018

RUN4SAFETY, LA GINOSA-MILANO PER DIRE BASTA ALLE MORTI SUL LAVORO.

GINOSA - Da sx Vito Minei, cons.com. delegato allo sport, Mario Stigliano ingegnere e podista, Vito Parisi, sindaco di Ginosa

di Nicola NATALE

Correre per contribuire a fermare le morti sul lavoro ed aumentare la consapevolezza della sicurezza sul lavoro. Questo è quello che farà l’ing. Mario Stigliano (36 anni)  per mille chilometri, la distanza che separa all’incirca Ginosa da Milano. 
Un tratto che non attraverserà integralmente in corsa, ma che è stato scelto per l’evocatività del numero. 
Gli infortuni mortali sul lavoro  sono stati 1.029 nel 2017, +1,1% rispetto al 2016. 
La partenza è fissata per lunedì 23 aprile intorno alle 9 da piazza 4 novembre a Ginosa, l’arrivo 5 giorni dopo a Milano all’arco della Pace in piazza Sempione
Il podista tesserato con la Runners Ginosa correrà per 42 chilometri al giorno, per sei giorni consecutivi. In alcuni tratti sarà accompagnato dai sostenitori dell’iniziativa, gli altri, la maggior parte li farà in solitaria. 
La preparazione atletica è iniziata a giugno dello scorso anno, ma “la fase organizzativa in 16 città” ha raccontato Stigliano “è stata ancora più dura”.


La singolare iniziativa denominata non a caso Run4safety, corsa per la sicurezza è stata presentata ieri (20 aprile) in Comune insieme al sindaco di Ginosa Vito Parisi ed al consigliere delegato allo sport Vito Minei. 
Gli stessi che lo accompagneranno in corsa inizialmente e per un breve tratto hanno specificato in conferenza. 
La corsa cade nella settimana mondiale della salute e sicurezza sul lavoro. Il ricavato delle donazioni, degli sponsor nonché della vendita della maglietta gialla che pubblicizza l’evento sarà destinato ad art4sport onlus, un’organizzazione che fornisce protesi ai bambini amputati necessarie per praticare sport. La maglietta è possibile acquistarla nelle 16 tappe, tutte segnalate sull’apposita pagina facebook. 
Per Mario Stigliano è essenziale comunicare questi temi in maniera innovativa in modo che continuino ad essere percepiti come una sfida da raggiungere: quella degli zero morti sul lavoro. 
All’iniziativa aderiscono anche il comune di Milano, la Regione Lombardia (92 i morti sul lavoro nel 2017) e l’ordine degli ingegneri. 
Anche il locale istituto San Giovanni Bosco-Deledda si è unito all’iniziativa, consapevole dell’importanza di formare fin da subito su questi temi i futuri lavoratori. 
Il cons. Minei parlando del numero di infortuni sul lavoro, 653.433 secondo dati Inail, ha evidenziato come molti di questi avvengano lavorando in “nero”, non coperti da alcun contratto. 
In Puglia nel 2017 sono state 48 le vittime, ponendo la regione al settimo posto nella triste classifica dell’incidentalità italiana. 
La corsa di Stigliano servirà a renderci tutti più attenti, consapevoli che la distrazione o l’inosservanza delle norme può costare molto cara. E che il tema del lavoro, ad iniziare dalla sua sicurezza, rimane centrale anche ai tempi dell’industria 4.0.