DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 19 aprile 2014

RITORNANO GLI AUSTRIACI. E DONANO 3MILA EURO PER LA RICOSTRUZIONE.


Visita al castello normanno di Ginosa. Sullo sfondo corso v. emanuele
QUOTIDIANO DI PUGLIA 19 APRILE 2014
di Nicola NATALE
Gli austriaci ritornano, dal 22 aprile al 26 maggio. 
Saranno ospitati come l’anno scorso a Castellaneta marina, ma Ginosa rimane nelle loro mete. 
E questo anche se un pezzo di via matrice, agevole via di accesso alla gravina, non c’è più. 
Con generosità hanno donato 3mila euro al comune come contributo per agevolare la ricostruzione del tratto di centro storico sbriciolatosi il 21 gennaio scorso, dopo le forti piogge e le alluvioni dell’ottobre scorso di cui hanno avuto puntualmente notizia. 
La conferenza di giovedì scorso in municipio segue quella avvenuta all’aeroporto di Bari qualche giorno prima con l’assessore regionale al turismo Silvia Godelli e gli addetti di puglia promozione. 
Oltre 7000 associati al pensionistenverband Austria scopriranno le bellezze pugliesi toccando Alberobello, Bari, Ginosa, Lecce ed Ostuni. E forse, anche la vicina Matera, distante solo 27 chilometri da Ginosa. 
Ogni settimana circa 1400 turisti si alterneranno nelle strutture alberghiere joniche sulla costa (in primis il nova yardinia), poi si spingeranno a conoscere anche l’interno.
La conferenza stampa dell'amm. comunale e senioren reisen
Ad illustrare i dettagli di un’operazione che per la prima volta nel 2013 ha portato nella provincia jonica un numero consistente di turisti, non solo il sindaco De Palma e gli assessori al turismo Galante e al marketing Cassano, ma anche Gerlinde Zehetner di senioren reisen, l’agenzia viennese specializzata in questi viaggi. 
Gli austriaci arriveranno con voli charter di compagnie austriache aspettandosi di ri-trovare l’ospitalità, il cibo e le bellezze storico-architettoniche e paesaggistiche di cui la rivista Unsere generation ha già parlato in uno dei suoi servizi. 
Per il primo cittadino si tratta di un ottimo esempio di destagionalizzazione: “mi auguro che Ginosa risponda nel migliore dei modi”. 
Di questo si sono detti sicuri i rappresentanti di pensionistenverband e senioren reisen confermando la volontà di far conoscere ai loro clienti non solo la costa ma anche l’hinterland. La speranza di tutti è che gli ottimi riscontri dell’anno scorso contribuiscano a rafforzare l’attrattività turistica della Puglia e della provincia jonica in particolare. 
Non è un mistero che i comuni del sud ormai gareggino nella promozione, convinti che nel turismo ci sia una delle chiavi per favorire la ripresa. Ed anche riscoprire un certo orgoglio per i propri paesaggi, la propria storia e il proprio modo di vita.