DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

martedì 21 giugno 2016

DE PALMA ED IL CENTRODESTRA GINOSINO: “TRANQUILLI LA FORZA DEI FATTI CONTINUA”.

GINOSA Vito De Palma ed il centrodestra ginosino in un comizio pre-ballottaggio.

QUOTIDIANO DI PUGLIA 21 GIUGNO 2016

di Nicola NATALE


Il giorno dopo, per Vito De Palma e per tutto il centrodestra, é affrontato con la consapevolezza che un ciclo è finito. Ma che nulla è perduto, anzi. 
Il primo a farsi vivo con un post su facebook è proprio il sindaco uscente, sconfitto dopo un mandato di quattro anni dai suoi consiglieri ribelli, prima che dall’opposizione. 
Per finire poi alla solenne sberla dello stesso elettorato che sembrava voler premiare all’infinito l’invincibile corazzata di centrodestra. 
Una maggioranza coesa di amici prima ancora che di militanti alternatasi con Luigi Montanaro per 10 anni alla guida del Comune, poi per altri 4 di De Palma fino al commissariamento della dr.ssa Malgari Trematerra.
Un commissariamento su cui invano il primo cittadino ha cercato di scaricare le incongruenze, le non trasparenze, i fallimenti di due dei suoi tre principali obiettivi: “differenziata, porticciolo, no alla centrale a biomasse”. Intorno alle 11 il sindaco fa sapere di aver telefonato a Vito Parisi “subito dopo il responso delle urne per fargli gli auguri e di prendere atto della volontà dei cittadini”.
Un gesto che testimonia la sua caratura politica, indiscussa anche dai suoi avversari. 
Vito De Palma salirà poi dalla sua Marina di Ginosa e non Ginosa marina verso il comune madre solo a sera, per corroborare i suoi sostenitori che hanno combattuto convintamente fino all’ultimo.  
Rimangono impresse le scene dei militanti a presidiare le entrate dei seggi elettorali, una presenza costante come quella nelle piazze, da cui mai il centrodestra è stato assente, né tantomeno dalle processioni.
Per questo continua De Palma “continueremo a lavorare per essere al servizio della città, senza se e senza ma”.
Incassando quindi il duro responso delle urne ma ben coscienti che la strada per Parisi e i suoi è tutta in salita, e che una maggioranza non è per sempre. 
E potrebbe durare molto meno dei 14 anni in cui i ginosini “hanno condiviso il nostro progetto politico manifestandoci la loro fiducia”.
Il campione politico di Forza Italia coglie l’occasione anche per ringraziare i propri candidati “donne e uomini fantastici con idee e progetti chiari innamorati della propria terra e desiderosi di vederla ri-partire”.
Da sx Patrizia Ratti (FI) e
Marilisa Mongelli (Lista De Palma)
Il pensiero va anche alle due consigliere comunali, Patrizia Ratti (Forza Italia) e Marilisa Mongelli, già vicesindaco (lista civica) con le quali annuncia “faremo un’opposizione costruttiva ma intransigente”. Come severo il giudizio è stato per i suoi quattro anni da sindaco. Sulla sua bacheca sono stati in tanti a manifestargli affetto, stima e sostegno, anche perché, sono parole sue “voglio rassicurare tutti, la forza dei fatti continua”.
QUOTIDIANO DI PUGLIA 21 GIUGNO 2016