DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

giovedì 6 novembre 2014

“SALVIAMO SAN LEONARDO”: FESTA CON MOSTRA PRO RESTAURO DELLA CHIESA MEDIOEVALE.


GINOSA -
La Chiesa di san Leonardo, imbiancata di recente.
QUOTIDIANO DI PUGLIA 6 NOVEMBRE 2014
di Nicola NATALE
In mostra gli antichi paramenti, candelieri e calici ritrovati nella Chiesa di San Leonardo. 
Si deve a don Giuseppe Bernalda, parroco di Cristo Risorto a Ginosa dal settembre del 2013, l’idea di valorizzare anche in questa maniera la bella chiesetta costruita a quanto sembra nella prima metà del Settecento su una chiesa ancora più antica attribuita al periodo medioevale. 
Quest’anno però la tradizionale festa di San Leonardo non si svolgerà nella piazzetta antistante la chiesetta ma presso il piazzale della parrocchia di Cristo Risorto a partire dalle 17:30 con il rosario, una messa, la processione da San Leonardo a Cristo Risorto ed infine la festa. 
Per l’occasione (e fino al 9 novembre) saranno esposte le pianete, vale a dire i paramenti liturgici ritrovati nella chiesetta che sorge su uno dei punti più suggestivi di affaccio alla gravina insieme a vecchi candelieri, calici e un sacramentario che i preti leggevano quando la messa si celebrava con le spalle rivolte ai fedeli. 
La Mater Domini di san Leonardo restaurata
Nel frattempo Don Giuseppe ha affidato alle mani di un abile restauratore la statua della Madonna Mater Domini in cartapesta che ha subito le ingiurie del tempo. 
Anticamente infatti la chiesa più antica sottostante scavata nella calcarenite era dedicata alla mater domini anche se in essa  è presente un affresco raffigurante un santo vescovo, probabilmente san Nicola. 
La festa novembrina popolarmente è l’occasione per testare il vino nuovo e le castagne ma anche per ricordare i carcerati, di cui san Leonardo è considerato patrono. (ripr.ris.)
GINOSA parrocchia di Cristo Risorto: paramenti e corredi liturgici in uso nella chiesa di san Leonardo.

Nessun commento:

Posta un commento