DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 20 aprile 2019

PASSIONI & PASSIONI.

GINOSA - Gavina di Casale.
Una delle scene della Passio Christi, arrivata nel 2019 alla 45^ edizione.

QUOTIDIANO DI PUGLIA
Speciale riti
QUOTIDIANO DI PUGLIA 20 aprile 2019
Versione integrale

di Nicola NATALE

Programmata per stasera la quarantacinquesima edizione della Passio christi. 
Con un programma che abbraccia tutta l’intera giornata del sabato pre-pasquale. 
Dopo la cancellazione della prima rappresentazione, quella del sabato prima della domenica delle Palme, il meteo dovrebbe consentire stasera quella più seguita.

GINOSA - Passio Christi 2018

La Pasqua a Ginosa potrà essere vissuta nella scenografica gravina di Casale dove si terrà a partire dalle 20:45 la rappresentazione degli ultimi giorni di Gesù, come narrati nel Vangelo. 
Ma già dalle dieci e trenta del mattino il centro storico ginosino, attrezzato dalla pro loco, riproporrà atmosfere di tempi remoti. 
Con spettacoli di strada e con l’ingresso al villaggio “testuggine romana”. 
Nel pomeriggio, a partire dalle sedici e trenta,  ancora altri spettacoli con “fuoco e giullari” prima della partenza del corteo storico da piazza orologio, per le vie della città. 
Una rappresentazione quella della Passio Christi che coinvolge circa duecento figuranti e che coincide con l’arrivo in città di nove tra giornalisti, blogger ed influencer.
GINOSA Uno dei momenti della conferenza stampa presso il palazzo Pupino (già Tarantini).

Martedì scorso sono stati accolti dal vicesindaco Nicola Piccenna, dal consigliere Sergio Basta oltre che dall’archeologo Vincenzo Stasolla e Gino Marchionna di Turismore. 
Il comune di Ginosa è vincitore di un bando della regione Puglia che finanzia viaggio, soggiorno e reportage di professionisti che possono comunicare la Puglia, al di là dei suoi confini. Circa 19mila euro il finanziamento assegnato. 
E’ il quinto press tour che tocca Ginosa e i comuni limitrofi come Laterza.
Nel frattempo, sempre nell’ambito di inpuglia365, la cooperativa Ethra propone il prossimo 26 aprile escursioni guidate a piedi o a cavallo nel parco archeologico di Santa Maria d’Attoli a Ginosa.
Uno dei tanti luoghi della storia, ricca ed interessante offerta da questa cittadina che si estende dai primi contrafforti murgiani al mare Jonio. 
Dove in effetti si sta consolidando l’equitazione, sia nel comune madre che alla marina, consentendo cavalcate e passeggiate in spiaggia o nella vasta pineta regina. 
Non mancano comunque sia la possibilità di escursioni in mongolfiera che in deltaplano a motore. 
Con una serie di eventi connessi al progetto “la Puglia abbraccia Matera”, all’insegna del “live like a local” (vivi come uno dei locali) che consente di chiacchierare con gli abitanti del posto, per conoscere la vera storia ed anima del luogo che si visita (Marchionna). 
Tra i prossimi eventi di maggio la rievocazione storica del culto nella Ginosa nel ‘700, la lavorazione di pane, pasta, dolci ed orticoltura con metodi tradizionali a cura di Isabella Bello
Sullo sfondo la valorizzazione dell’agricoltura sinergica e biodinamica che ha avuto in Ginosa e nella vicina Montescaglioso, alcune delle prime esperienze pugliesi. 
Tra i partecipanti alla conferenza stampa, ospitata presso il palazzo Pupino (già Tarantini, 1730-1740), Edoardo Betti, Claudia Dagrada, Eleonora Milella, Antonio Montemurro, Rebecca Nardi, Andrea Strafile, Camilla Taviti, Nadia Toppino, Giorgia Pagliuca. 
In chiusura Piccenna ha ricordato l’inserimento di Ginosa nella  via ellenica del cammino materano, uno dei pochi cammini lenti che può essere percorso nei due sensi: sia verso Matera che verso Brindisi.
GINOSA -Gravina di Rivolta press tour aprile 2019.