DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

domenica 5 ottobre 2014

IL SINDACO DE PALMA RINGRAZIA IL M5STELLE. E ANNUNCIA: “PROGETTI PRONTI PER SCUOLE, CASTELLO E VIA MATRICE”.


GINOSA -La scuola dell'infanzia Carlo Lorenzini facente parte dell'Istituto comprensivo Grazia Deledda in via Salento

QUOTIDIANO DI PUGLIA 4 OTTOBRE 2014 
di Nicola NATALE
Otto per mille alle scuole, il sindaco di Ginosa Vito De Palma toglie terreno al meetup locale di Grillo. E lo fa con una nota in cui li ringrazia “per l’iniziativa presa e per lo spirito propositivo che essa contiene”. 
Nel frattempo non perde occasione per tirare una stoccata alla opposizione consiliare giudicata non solo “incapace di collaborare” ma anche assolutamente priva di “proposte ed iniziative fattibili”. 
Gli attivisti del meetup (luogo d’incontro telematico su un tema di comune interesse) non più tardi di una decina di giorni fa avevano sollecitato al Comune l’adesione all’articolo 1 comma 206 della legge di stabilità finanziaria che innova la disciplina dell’otto per mille.
Se il Comune entro la fine di settembre non fa esplicita richiesta perde questa possibilità avevano scritto gli attivisti.
http://www.ginosanews.blogspot.it/2014/09/ginosa-m5s-lotto-per-mille-sia.html 
Poi la data ultima di richiesta è stata spostata di un mese, quindi alla fine di ottobre. Anche perché non si è ancora concluso l’iter di modifica del dpr 76/1998. 
E per questo che “l’amministrazione non candiderà nessun progetto non potendolo fare” ma lo farà non appena sarà possibile e per le scuole per le quali ne ravvisi la necessità. 
Ginosa, castello normmano del 1080 d.c circa. Luglio 2014
Nel frattempo si precisa che una richiesta è partita per destinare l’otto per mille relativo ai beni culturali alla messa in sicurezza del pianoro retrostante il Castello Normanno, una delle chicche paesaggistiche e culturali di Ginosa. 
Il progetto di un importo pari a 3,7 milioni di euro sarebbe stato già redatto assieme a quello di rimozione delle macerie da via Matrice oggetto di un crollo che determinò lo sgombero immediato di 64 immobili e di una ventina di famiglie.
Il progetto riguarda anche il ripristino di via Matrice, anche se non è chiaro se riguarda la sola sede stradale o anche gli immobili distrutti dal crollo.
Nel frattempo c’è un’accesa diatriba (anche giudiziaria) in corso  su tutti i fatti riguardanti il crollo del 21 gennaio 2014 e sulla  mancata tutela del maggiore tra i beni culturali e paesaggistici di Ginosa.
A farsene carico è il comitato dei residenti del centro storico al cui interno ci sono tra gli altri l'ex sindaco (1993-2001) e consigliere regionale Paolo Costantino (2005-2010), l'ing. Mario Stigliano residente nell'area interdetta e Michele Galante, fondatore dell'apart-hotel il Falco Grillaio, il cui uso è stato parzialmente interrotto in seguito alle ordinanze di sgombero che hanno seguito il crollo.
http://ginosanews.blogspot.it/2014/01/64-immobili-sgomberati-8-vie-del-centro.html
http://ginosanews.blogspot.it/2014/02/una-priorita-ricostruire-via-matrice-la.html
L’occasione offerta dal meetup di Grillo è stata ottima per ribadire che l’amministrazione comunale “sta provvedendo a  completare una serie di opere destinate alle scuole dell’obbligo” e che quindi i temi “della ristrutturazione, del miglioramento, della messa in sicurezza, dell’adeguamento antisismico e dell’efficientamento energetico” gli stanno più che a cuore. 
Marina di Ginosa, i lavori all'istituto Leone
(photo courtesy Vito De Palma)
Difatti continua il primo cittadino “per l’efficienza energetica ci sono lavori in corso alla San Giovanni Bosco di Ginosa ed alla Raffaele Leone di Marina di Ginosa” mentre per la messa in sicurezza “gli interventi progettati riguardano tutte le scuole di competenza comunale”. 
Nel campo dei lavori scolastici De Palma ritorna sulla palestra della scuola Leone le cui procedure di realizzazione “sono in stato  avanzato” e ricorda l’avvenuta rimozione dell’amianto dal tetto della palestra della Deledda. 
Da piazza Marconi, sede del municipio, la maggioranza di centrodestra annuncia che “appena verranno trasferiti i finanziamenti dello Stato centrale ottenuti grazie alla progettualità del comune di Ginosa” partiranno anche le procedure per la messa in sicurezza e la migliore vivibilità dei plessi Grazia Deledda (poetessa e scrittrice), Giovanni Calò (pedagogista e politico), Carlo Lorenzini (scrittore e giornalista meglio noto come Carlo Collodi autore di Pinocchio)  e Giuseppe Lombardo Radice (pedagogista). 
Mentre a breve “inizieranno i lavori per la nuova scuola materna di Marina di Ginosa” secondo la formula del contratto di disponibilità
Con quest'accordo tra comune ed impresa costruttrice la proprietà dell’edificio rimane privata.
L'ente pubblico deve solo un canone di disponibilità che lo affranca dai lavori di manutenzione.
In alcuni casi, con un contributo in corso d’opera, l’opera dopo qualche tempo passa all’amministrazione aggiudicatrice.
Non sappiamo se questa sarà la via seguita per il nuovo asilo di Marina di Ginosa, o come si dice oggi scuola dell'infanzia.
QUOTIDIANO DI PUGLIA 4 OTTOBRE 2014 Ginosa, novità su scuole, castello e via Matrice.

Nessun commento:

Posta un commento