DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

mercoledì 24 settembre 2014

GINOSA, FESTE PATRONALI 2014 A RISCHIO? INTERVIENE IL COMUNE.


Ginosa, feste patronali le luminarie in corso Vittorio Emanuele (photo courtesy of Michele Galante)

QUOTIDIANO DI PUGLIA 24 SETTEMBRE 2014
di Nicola NATALE
I festeggiamenti civili per i santi patroni di Ginosa si faranno “ma con uno stile sobrio e moderato”. 
Ci penserà l’amministrazione comunale retta dal sindaco Vito De Palma, almeno per la parte economica. 
Il dibattito era iniziato subito l’annuncio delle confraternite della Madonna del Rosario e dei SS. Cosma e Damiano della inopportunità di procedere alla “nota” (la raccolta dei fondi). 
Ciò in segno di rispetto per i lutti legati all’alluvione del 2013 abbattutasi su Ginosa proprio nei giorni dei festeggiamenti e per la situazione di perdurante crisi economica aggravata tra l’altro anche dagli eventi metereologici avversi. 
Alla fine però il partito dei contrari a questa scelta ha prevalso e l’amministrazione ha scelto di non interrompere l’uso delle luminarie nella via principale (Corso Vittorio Emanuele) e dell’esibizione musicale del lunedì seguente la prima domenica d’ottobre. 
Ginosa 2012 le autorità locali al seguito della
processione in onore della Madonna del Rosario e dei SS.Medici.
Il sindaco ha poi precisato che il sostegno e l’impegno finanziario riguarderà le luminarie e non “i talenti locali che si esibiranno in forma gratuita senza alcun compenso”. 
Lo scopo ha aggiunto il primo cittadino “è rendere più solenni i festeggiamenti, garantendo anche la tradizionale fiera del lunedì mattina e la presenza del luna park”. 
Per l’occasione parteciperanno anche alcuni rappresentanti del comune di Santi Cosma e Damiano, una cittadina di circa settemila abitanti in provincia di Latina, continuando “il percorso di interscambio istituzionale e culturale tra le due municipalità”. 
I Modem Tribute, una band locale che si ispira alla cantante salentina Emma ed ai Modà hanno espresso subito la loro accettazione dicendosi “fieri di chiudere la loro tourneè con uno spettacolo che lo giuriamo fin d’ora resterà alla storia”. 
L’occasione non è sfuggita al sindaco per ribadire che va “garantita la continuità delle tradizioni e della festa popolare”. 
Questa festa” ha osservato De Palma “coinvolge tutti in loco, ma anche i tanti ginosini, fedeli e non, residenti in altre parti d’Italia e all’estero, divenendo occasione per loro di ricongiungimento ai propri familiari e al territorio natìo”. 
Il dover programmare anche la parte civile” ha concluso il sindaco “assicura il completamento della festa patronale, divenendo un’opportunità per la comunità cittadina di accostarsi alle celebrazioni religiose che, nella maniera più assoluta, contengono il fulcro della spiritualità e dell’evento secolare in discorso".
Quotidiano di Puglia 24 settembre 2014

Nessun commento:

Posta un commento