DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 20 settembre 2014

EX MIROGLIO, PREME LA LOGISTIC: "ASSUNZIONI ENTRO UN ANNO PER 50".


Stabilimenti ex Miroglio di Ginosa e Castellaneta.
Una delle ultime riunione al Ministero dello sviluppo economico a Roma.

QUOTIDIANO DI PUGLIA 20 settembre 2014
di Nicola NATALE
Si va per schiarite successive nella lunga vertenza ex miroglio. Così almeno si spera. Ieri nuovo incontro romano presso la sede del ministero dello sviluppo. 
Massimo Gravina,
filctem cgil
Innanzitutto una nota positiva: La Logistic & Trade incrementa il numero degli ex miroglini da riassumere. Si passa da 45 a 50 unità. 
Queste unità” dice Massimo Gravina della filctem cgil “potranno passare dalla mobilità alla casa integrazione in deroga, previo assenso del ministero del Lavoro”. 
La partita si sposta dunque in via Fornovo a Roma, ma intanto i sindacati ed i lavoratori hanno voluto verificare se i progetti di cui si vocifera fossero già pronti per essere presentati in sede ministeriale. 
Non è stato così e quindi i restanti 131 ex dipendenti del gruppo tessile di Alba restano ancora attaccati ad una speranza. 
Per ora dice sempre Massimo Gravina “si sta lavorando perché se nulla si dovesse muovere al maggio 2015, data di scadenza delle ultime indennità sussidi di mobilità, si procederà alla richiesta di mobilità in deroga”. 
Una strada ormai resa obbligata dallo stato comatoso dell’economia e dalla scarsità  di investimenti sul territorio di Ginosa e dintorni. 
Quotidiano di Puglia
20 settembre 2014
In via Molise a Roma a Roma sede del ministero dello sviluppo c’era anche il rappresentante della Logistic Bruno Vitiello con alcuni suoi collaboratori, la funzionaria del ministero Manuela Gatta, il dr. Giuseppe Recchia della task force per il lavoro della regione Puglia, il sindaco di Ginosa Vito De Palma, l’ass. al turismo ed ambiente di Castellaneta Giuseppe Angelillo oltre naturalmente alle rappresentanze sindacali di filctem cgil, femca cisl e ulica uil. 
L’incontro è stato commentato positivamente dal sindaco tra i primi a rilasciare un verbale dell’incontro sul suo profilo facebook. 
Qualche resistenza c’è stata sulla tempistica giudicata troppo lunga, anche se subordinata alla approvazione dei pacchetti integrati di agevolazioni (pia) della regione Puglia. 
In tal senso dalla Logistic è venuto un chiaro invito alla regione a “sollecitare l’iter autorizzatorio di tutta la procedura di finanziamento, ivi comprese le eventuali autorizzazioni ambientali”.
Infatti, anche se ufficialmente il business plan non è stato diffuso, si tratterà di lavorazioni che produrranno imballaggi in plastica per ortofrutta ed alimenti ed ai lavoratori coinvolti sarà applicato il contratto collettivo per quanto riguarda gli addetti alle lavorazioni di plastica e gomma. 
Chiaramente tutto è subordinato alla concessione della cassa integrazione in deroga per le cinquanta unità ed ulteriori incontri a livello regionale per definire meglio i tempi delle assunzioni al momento fissati in circa un anno dall’azienda. 
Istituzioni e sindacati hanno chiesto di accelerare le assunzioni tenuto conto “della strumentazione messa in campo dalla regione Puglia sia della possibilità di poter già usufruire del sito per i necessari lavori di riconversione”.

Nessun commento:

Posta un commento