DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 18 luglio 2014

MIROGLIO, NUOVA CONVOCAZIONE A BARI. CAROLI: “NECESSARI PIANI INDUSTRIALI”

Ginosa - lo stabilimento ex Miroglio ora passato al comune di Ginosa
QUOTIDIANO DI PUGLIA 18 LUGLIO 2014
di Nicola NATALE
Nuova riunione a Bari per la rioccupazione dei 180 ex dipendenti miroglio. 
La convocazione porta la firma dell’assessore regionale Leo Caroli ed è prevista per venerdì 25 luglio alle 15. 
Invitata speciale la Logistic & Trade s.r.l. che ha avanzato un progetto di circa quattro milioni di euro per l’ex filatura di Castellaneta. 
Gli stabilimento ex Miroglio nati a metà degli anni ’90 sono infatti due. Uno più grande a Ginosa, di 55 mila metri quadri coperti su un area di 12 ettari, l’altro più piccolo a Castellaneta sede della filatura. 
Per Caroli è fondamentale “tirare le somme per entrambi le ipotesi di riavvio degli stabilimenti”. 
No comment invece sulle notizie riguardanti indagini della guardia di finanza e la controversia legale su un acquisto di terreno all’asta da parte di alcuni soci della Logistic. 
I sindaci dovranno dirci a quel tavolo a che punto è l’interlocuzione con questi soggetti imprenditoriali e noi dovremo informare tutte le parti in causa sulla valutazione che abbiamo dato a quel piano”. 
Quotidiano di Puglia 18 luglio 2014 - Vertenza ex Miroglio
E’ un momento fondamentale di informazione per i lavoratori: “ci vuole un momento ufficiale di condivisione rispetto ai percorsi che abbiamo intrapreso”. 
Tuttavia aggiunge Caroli “corriamo il rischio che i sindaci siano costretti ad assumere decisioni vitali in solitudine, questo il motivo principale della convocazione”. 
Oltre al fatto che “accanto alle manifestazioni di interesse devono esserci le fonti di finanziamento, le idee progettuali e il tempo entro le quali queste possono tramutarsi in prodotti”. 
Solo a queste condizioni “la regione Puglia può offrire il suo sostegno”. 
Non si può escludere che la dura presa di posizione dei miroglini abbia avuto un qualche fatto effetto. Non più tardi di domenica scorsa lamentavano l’immobilismo dell’amministrazione di Castellaneta in merito alla cessione in comodato d’uso dello stabilimento. 
Alla riunione presso l’assessorato di via Corigliano nella zona industriale di Bari sono stati anche invitati i sindaci di Ginosa, Laterza e Castellaneta, Confindustria e le organizzazioni sindacali Filctem Cgil, Femca Cisl e Uilta Uil.

Nessun commento:

Posta un commento