DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

martedì 29 luglio 2014

CASTELLANETA, MANTO SINTETICO AL “DE BELLIS”: "QUELL’APPALTO E’ DA ANNULLARE".

Agostino De Bellis, uno dei consiglieri che si oppone al rifacimento del terreno di gioco con manto sintetico
(ph vivicastellaneta)
QUOTIDIANO DI PUGLIA 29 LUGLIO 2014
di Nicola NATALE
Appalto da rifare per lo stadio comunale di Castellaneta.
Questo almeno secondo le opposizioni che chiedono l’immediato annullamento della gara d’appalto per la manutenzione del campo sportivo “De Bellis” in via delle Spinelle.
Già dal dicembre del 2012* le polemiche si erano fatte roventi alla notizia che il Comune avrebbe impiegato circa 500mila euro del bilancio comunale (previo mutuo) per sostituire il manto erboso con uno sintetico.
Tra i principali critici della decisione della maggioranza di centrodestra guidata dal sindaco Giovanni Gugliotti proprio Agostino De Bellis (patto per la città) nel frattempo divenuto consigliere comunale al posto del dimissionario Maurizio Cristini il 7 luglio scorso.
In un documento tutti i sei consiglieri d’opposizione (Michele D’Ambrosio, Agostino De Bellis, Stefano Ignazzi, Rocco Loreto, Giuseppe Rochira, Leonardo Rubino) chiedono non solo l’annullamento del bando di gara ma anche la revisione del progetto esecutivo.
E’ emerso” dicono “un macroscopico errore di progettazione”.
Nel progetto si sarebbe previsto il rifacimento di soli duecento metri di pista di atletica leggera in luogo dei quattrocento della pista reale. “Duecento metri sono la misura di una pista indoor” sostengono i consiglieri di minoranza “e non sono assolutamente sufficienti per la pista scoperta del “De Bellis””.
Pertanto la gara che proprio oggi (28 luglio) è in scadenza dovrebbe quanto meno esser rivista pena difficoltà ed aumento dei costi, tanto più grave in quanto l’opera si sta finanziando con un mutuo e non con risorse che giacciono in bilancio.
Altro elemento che “desta almeno perplessità” per l’agguerrita opposizione castellanetana è un punto essenziale e qualificante dell’appalto: il costo per metro quadro del manto sintetico fissato a 7,13 euro per metro quadro. 
Troppo basso per i consiglieri che sembrano tenere per la manutenzione del tradizionale campo in erba naturale.
Il campo sintetico” disse il consigliere De Bellis “può durare al massimo 10-15 anni, il manto erboso se lo si rispetta dura in eterno”.
A lui si aggiunse il consigliere comunale Michel D’Ambrosio ricordando che anche i campi sintetici non sono affatto esenti da manutenzione come si è portati a pensare da non addetti al settore: “caldo e freddi intensi li degradano, va inserito materiale coerente quando ci sono cedimenti o strappi”.
De Bellis già da giugno scorso aveva proposto all’amministrazione di cercare insieme le soluzioni idonee per lo stadio già in cattive condizioni dopo l’ultima partita di eccellenza.
In particolare De Bellis (tecnico del club runner 87) aveva chiesto di “affidare lo stadio ad un’associazione o distaccare temporaneamente un dipendente comunale perché si occupi di tenere in condizioni decenti uno dei luoghi simbolo di Castellaneta”.
*http://ginosanews.blogspot.it/2012/12/castellaneta-500mila-euro-per-il-manto.html
Quotidiano di Puglia 29 luglio 2014

Nessun commento:

Posta un commento