DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

giovedì 26 giugno 2014

LATERZA, RINASCE IL FESTIVAL DELLE GRAVINE. Presentato il cartellone di Laterza estate 2014.


Laterza da sx l'assessore Mariella Bruno, il sindaco Gianfranco Lopane, il cons. delegato alla cultura Leonardo Matera
QUOTIDIANO DI PUGLIA 26 GIUGNO 2014
di Nicola NATALE
Rinasce il festival della terra delle gravine.
E’ questa la principale novità annunciata nel corso della conferenza stampa tenutasi ieri a Laterza per presentare Laterza estate 2014. “Intendiamo rilanciare il festival ma crediamo che il cartellone di eventi debba essere sovracomunale, così come era stato concepito” dice il sindaco Gianfranco Lopane. 
Per il quale fu un errore marchiano abbandonare quell’idea che oggi avrebbe potuto essere finanziata proprio per la sua continuità nel tempo e per la sua connessione profonda con il territorio. 
Intanto Laterza” dice il consigliere delegato alla cultura Leonardo Matera può sfoderare il suo cartellone estivo 2014 “razionalizzato mantenendo la qualità”. E impegnando circa 80mila euro di fondi comunali che dovrebbero scendere a 40mila euro se gli eventi connessi al festival della terra delle gravine verranno finanziati dalla regione Puglia.
Laterza Chiesa di San Lorenzo
Il centro di questa stagione laertina non sarà il palazzo marchesale a causa dei lavori al primo piano destinato ad ospitare il museo della maiolica ma bensì il sagrato della chiesa di San Lorenzo nel cuore del centro storico. 
E' qui che si rappresenteranno gli eventi teatrali di sipario a corte previsti il 2,7,8, e 10 luglio. 
Poi il consueto spazio dato alle rappresentazioni storiche previste per l’11 ed il 17 luglio inerenti il periodo dei D’Azzìa, marchesi di Laterza e la caccia al cinghiale. 
Enzo Avitabile ed i Bottari (courtesy of tacco di bacco)
Evento clou, il 18 luglio con  il concerto di Enzo Avitabile & i Bottari. 
Non mancheranno, sia pure all’interno del cartellone culturale, gli eventi gastronomici con la sagra della pizza e la sagra dell’arrosto, specialità quest’ultima in cui Laterza si è ritagliata un posto di primo livello assieme all’altro tesoro rappresentato dal suo pane inconfondibile. 
Confermato anche l'appuntamento con il cinema d’autore, quattro serate di cui la prima dedicata a Massimo Troisi con “Pensavo fosse amore.. e invece era un calesse”. 
Il manifesto di Laterza Estate 2014
(scaricare la foto per leggere gli appuntamenti)
Matera concludendo il suo intervento ha voluto ribadire come il cartellone “pur sfoltito è stato fatto con la città, con i giovani, le associazioni e gli esperti” e soprattutto “è democratico, poiché gli eventi sono tutti gratuiti, ma la cultura si deve pagare, su questo bisogna riflettere”. 
E su quest’ultimo tema è intervenuta anche l’ass. Mariella Bruno: “è la mia ultima estate da organizzatrice, oltre a sottolineare il fermento culturale devo dire che il bando ha ricevuto critiche ma molti hanno partecipato assicurando la varietà della proposta culturale, che non dimentica i bambini”.
Per loro teatro ed attività in gravina ed in pineta grazie al centro di educazione ambientale.
Non rifuggiamo il confronto anche con associazioni di diverso colore politico, chi ci critica per i costi deve sapere che c'è un  ritorno per la nostra cittadina, fatto di gente che arriva da fuori per i nostri eventi, cosa che prima non accadeva” ha aggiunto Bruno. 
Ormai ha concluso Lopane “Laterza estate è un asset strategico per il  futuro e il bando con cui abbiamo scelto gli eventi ci è stato chiesto anche dai comuni con i quali collaboriamo a dimostrazione della validità della scelta”. 
Che non lascia fuori nemmeno il cabaret di Rocco Barbaro previsto per il 19 luglio, le notti bianche e le visite ai tesori storici.

Nessun commento:

Posta un commento