DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

martedì 24 giugno 2014

LATERZA, IL SINDACO LOPANE: "DOPO UN ANNO DI DIFFERENZIATA SIAMO SUL PODIO”.


Laterza -
da sx il sindaco Gianfranco Lopane e l'ass. alla smart city Toni Gallitelli  
QUOTIDIANO DI PUGLIA 23 GIUGNO 2014
di Nicola NATALE
La tassa sui rifiuti si alleggerirà. 
Di poco, ma lo farà, questa è la promessa del sindaco Gianfranco Lopane e dell’assessore alla smart city Toni Gallitelli che non hanno certo dimenticato le vibranti proteste espresse dai commercianti a dicembre scorso. 
Intanto la tares é diventata tari e secondo le intenzioni dell’amministrazione si pagherà a luglio, settembre e novembre per non sovrapporla ad altre tassazioni, come ad esempio la tasi, la tassa sui servizi indivisibili, nuova imposta comunale istituita dalla legge di stabilità 2014. 
La conferenza stampa di sabato scorso voleva soprattutto fissare il punto ad un anno dall’avvio della differenziata, con la scomparsa dei cassonetti dalle strade. 
Differenziata a Laterza,
Quotidiano di Puglia 23 giugno 2014
Laterza, ha specificato il sindaco, viaggia costantemente al di sopra del minimo di differenziata introdotto dalle leggi regionali, vale a dire il 65%. Ciò le ha evitato l’eco tassa, che avrebbe fatto aumentare il conto da pagare in discarica. Prima del porta a porta le percentuali erano intorno al 10% quindi questo dimostra “che al momento questo sistema è l’unico che può consentire questi risultati”. Si potrà passare ad altre soluzioni più avanzate ed economiche, come le isole ecologiche interrate, solo quando “il concetto della separazione dei rifiuti sarà completamente acquisito da tutti” questo il concetto espresso in conferenza. 
La differenziata” ha proseguito Lopane “non significa solo numeri, ma è un indice di corretta gestione del territorio, una vera scelta politica che tra l’altro può evitare l’emergenza rifiuti atteso che le discariche si vanno esaurendo e nessuno le vuole nelle proprie vicinanze”. 
Ha aggiunto l’assessore Gallitelli che “differenziare ci costringe a riflettere sul nostro stile di vita, sul suo impatto ambientale”. 
Tanto per dare un dato: la quantità indifferenziata dei rifiuti è scesa dai 465mila chili del maggio 2013 ai 135mila chili del maggio 2014. In soldoni ciò ha implicato un risparmio di circa 220mila euro nello stesso periodo. 
Sono cifre che useremo per alleggerire la tassa alle categorie più colpite dagli aumenti disposti per legge come frutterie, pescherie, fiorai, bar e pizzerie passando se possibile da 12 ad 8 €/mq”. 
E pazienza se ora c’è anche la tasi che verrà fatta pagare a giugno a Laterza con ritocchi possibile a dicembre in caso di insufficienza. 
Il tutto è legato ai ritardi con cui le somme statali sono accreditate da Roma e solo “l’informatizzazione e l’internalizzazione del servizio tributi ci hanno consentito di tenere sotto controllo le finanze del comune”. 
La differenziata attestatasi a maggio 2014 al 66,06% sarebbe stata anche più alta se non ci fossero state le piogge torrenziali. 
Siamo sul podio della provincia di Taranto” dichiara soddisfatto Lopane, mentre Gallitelli annuncia che finalmente il percorso legato all’appalto delle bonifiche promesse ad aprile scorso si è concluso. Una ditta esterna raccoglierà i rifiuti incivilmente gettati nelle campagne, cosa che comporterà un ulteriore spesa di circa 6mila euro. Una tassa aggiuntiva dovuta all'inciviltà che forse sarà evitata dall’avvio di videosorveglianza in alcune aree. 
Novità anche sul fronte dello spazzamento stradale recentemente disciplinato per legge dalla regione Puglia: diverrà quotidiano nelle zone centrali e sarà svolto due volte alla settimana nelle altre. 
Stretta anche sul volantinaggio selvaggio che sarà possibile nel solo lunedì, giorno di mercato a Laterza. Il tutto per avere “una città più pulita, magari anche con l’aiuto delle guardie ecologiche, altrimenti il turismo è impensabile”.

Nessun commento:

Posta un commento