DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 21 giugno 2014

LATERZA, DEBUTTA IL NUOVO PD. ED INVITA A SORPRESA CRISTELLA.


Il pd di Laterza dopo il congresso del 6 giugno 2014. Non presentatasi la componente che fa capo al sindaco Lopane

QUOTIDIANO DI PUGLIA 20 GIUGNO 2014
di Nicola NATALE
Un caffè con il consigliere regionale Giuseppe Cristella di forza italia. 
Dal nuovo pd di Laterza, uscito dal congresso del 6 giugno scorso la riconfermata segretaria Lucrezia Laforgia non esista a dire che bisogna rompere questo tabù e confrontarsi con chi ha qualcosa da dare a Laterza. Se non altro per la sua posizione istituzionale. 
Cosa che fino poco tempo non era nemmeno pensabile per i veti di una parte del pd. 
Ma in questo nuovo pd a trazione unica con la sola componente che fa capo all’ex vicesindaco Sebastiano Stano, ora  consigliere comunale con delega (rifiutata) all’agricoltura non è l’unica novità. L’altra è quella di reiterare la proposta di collaborazione al sindaco Gianfranco Lopane in vista delle comunali che lo attendono di qui a due anni. 
Il tutto con un partito che non intende arretrare rispetto alla consapevolezza di essere la forza politica che ha determinato la vittoria alle comunali del maggio 2011. 
Da sx Giuseppe Tamborrino, Sebastiano Stano, Lucrezia Laforgia
Per cui “forza con i nuovi progetti, la politica non diventi una lotta continua tra poteri” dice Laforgia. Nella nuova segreteria il vicesegretario è Vito Massaro, ne fanno parte Giuseppe Ambrosini, Valeria Macri, Clemente Leonardo, Tamborrino Giuseppe, Le Rose Giuseppe. 
Le fa eco Sebastiano Stano per il quale “le mortificazioni subite con l’imposizione di un commissario, il congresso del 6 giugno scorso senza alcun confronto con le altre componenti hanno determinato una segreteria che ha la responsabilità di ri-coinvolgere chi ama il partito, noi la politica ce l’abbiamo nel sangue ed è per questo che siamo ancora qui, per non ripetere l’errore di emarginare il partito quando si amministra”. 
Un fatto grave perché “se si sommano i voti del centrodestra diviso alle elezioni, vediamo un centrosinistra in una fase di consenso calante perché non abbiamo la capacità di entrare in tutti gli ambiti”. 
Una cosa è chiara per Stano però: “siamo disponibili, ma ci vuole rispetto per le linee decise dal partito, per questo abbiamo chiesto un incontro al sindaco ed ai consiglieri eletti con il pd”. 
Incontro che però non è ancora fissato, permanendo dunque una guerra, nemmeno poi tanto fredda all’interno del partito di maggioranza. Con “un commissario sbalordito per le modalità dello scontro e per la slealtà usata nei nostri confronti”. 
Questi disguidi rendono più difficile recuperare consensi, ma ora la nostra posizione è chiara” conclude il segretario “dietro di noi non c’è nessuno, come dimostrano le nostre posizioni”. 
Intanto i consiglieri eletti con il pd non c’erano alla conferenza stampa e la proverbiale unità dei laertini, almeno nel pd questa volta non c’è. 
Le prove di forza non sembrano finite, ma c’è voglia di accordo: non è la politica l’arte del possibile?
Quotidiano di Puglia 20 giugno 2014

Nessun commento:

Posta un commento