DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

mercoledì 7 maggio 2014

SFILATA DI STELLE A CASTELLANETA, NEL SEGNO DI VALENTINO E DELL’ECCELLENZA.


Pubblico d'eccezione per il premio Rodolfo Valentino a Castellaneta il 4 marzo 2014 
QUOTIDIANO DI PUGLIA 6 MAGGIO 2014
di Nicola NATALE
Una sfilata di ospiti da far invidia a raiuno” così Gabriella Carlucci ha definito il premio Rodolfo Valentino. 
La premiazione si è svolta domenica scorsa (4 maggio) nell’omonimo teatro  di Castellaneta dove sono arrivati le quindici personalità che nel presente hanno fatto rivivere “il talento e la passione che furono del mito”. 
Pippo Baudo accolto sul palco del Valentino
A far da mattatore, anche se non era sul palco, Pippo Baudo, icona della televisione italiana che ha portato via anche il premio destinato alla memoria del compositore Armando Trovajoli, autore tra le tante commedie musicali anche di “Ciao Rudy” con Marcello Mastroianni. 
Il premio destinato alle eccellenze italiane soprattutto nel campo delle arti e della comunicazione non ha mancato di premiare i pugliesi che tengono alto il nome e l’immagine della Puglia in Italia e nel mondo. 
Dal fisico ricercatore Alessandro Mirizzi allo stilista Michele Gaudiomonte, da Antonella Gaeta presidente di Apulia film commission a Elisabetta Bedori, organizzatrice di eventi e sfilate di moda, da Leonardo Gallitelli, comandante generale dell’arma dei carabinieri a Massimo Manera, presidente della “Notte della Taranta”. 
Gabriella Carlucci,
conduttrice del premio
Rodolfo Valentino
Ma gli occhi e le attenzioni erano tutti per i volti noti della spettacolo e del cinema che hanno saputo interpretare nel presente “lo spirito pioneristico che aveva Rodolfo Valentino”. 
E a sfilare sul palco del Valentino sono stati l’attore Massimo Ghini, il conduttore tv e regista teatrale Michele Mirabella, lo stilista Guillermo Mariotto, Maria Pia Ammirati scrittrice e vicedirettore raiuno per la letteratura, Bruno Luverà, giornalista rai e curatore della rubrica dedicata ai libri di raiuno, il produttore Alberto Tarallo per la fiction “Rodolfo Valentino la leggenda”, Ugo Nespolo, pittore, scultore e presidente del museo del cinema di Torino, il direttore di sky arte Roberto Pisoni ed infine Sebastian Arce e Mariana Montes, campioni mondiali di tango argentino. Tra i premiati anche Gabriel Garko per la sua interpretazione di Rudy Valentino in una produzione per Canale 5. 
La serata è stata condotta con maestria (riconosciutagli anche da Baudo) dalla Carlucci in abito di pizzo nero felicemente accompagnata  dalla Dixie Jazz Gang di Rocco Cetera, dal pianista Pierluigi Orsini e dalla cantante Nunzia Giorgi. Baudo e Mirabella hanno dato vita per quasi tutto il tempo a dei piacevoli intermezzi e scambi di battute: uno spettacolo nello spettacolo.
Su tutto sovrintendeva la presidente della fondazione Anna Maria Galgano, la cui grande passione è senza dubbio all’origine del ritorno di questo premio nella terra natale di "Rudy", nato e vissuto fino a nove anni in una via che è ancora adesso la principale della cittadina jonica. 
La fondazione non è stata sola nella sua impresa poiché a vario titolo hanno contribuito l’amministrazione comunale presente con il sindaco Giovanni Gugliotti, quella regionale e primarie aziende ed associazioni attive a Castellaneta. 
Il tutto nel segno di Rodolfo Valentino sottolineato anche dalla presenza della pro-nipote Sylvie Valentino Huber. 
Tutti sperano che queste eccellenze ne ispirino molte altre. 
E che il ricordo del "mito", anche grazie a questo premio non sia offuscato dal tempo “che pone il durare e lo toglie ad ogni momento”.
Quotidiano di Puglia, l'articolo sul premio Valentino

Nessun commento:

Posta un commento