DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 17 maggio 2014

“DOPO LA BANDIERA BLU ANCHE LA CERTIFICAZIONE AMBIENTALE”.


Marina di Ginosa - Bandiera blu 2014, la conferenza del 15 maggio 2014 all'hotel mille pini.
QUOTIDIANO DI PUGLIA 16 maggio 2014 
di Nicola NATALE
Ginosa in corsa anche per la certificazione ambientale iso 14001, dopo la concessione della sedicesima bandiera blu. 
Siamo sicuri di poterla ottenere” ha detto il sindaco Vito De Palma durante la conferenza tenutasi a Marina di Ginosa ieri all’hotel millepini dopo aver ritirato il vessillo da Roma martedì scorso. 
Per l’occasione l’amministrazione comunale ha invitato anche il comandante in IIª della capitaneria di porto Francesco Russo. E’ la capitaneria di Taranto a convalidare molte delle certificazioni necessarie al riconoscimento internazionale. Al centro di tutto c’è la qualità  delle acque su tutto il litorale marinese e questo in qualche modo certifica anche il buon funzionamento del depuratore. Un impianto che deve sopportare i reflui di circa centomila presenze nel periodo di punta estivo. 
Questi i dati riferiti che inglobano il dato delle trentamila presenze registrate nelle strutture ricettive, un dato oggettivo dalla tassa di soggiorno istituita nel 2013.
Per la prossima estate sarà riconfermato il bus navetta per ridurre il traffico sul litorale ed è in dirittura d’arrivo la gara per l’affido dei parcheggi. “E’ una misura che non serve per fare cassa” secondo De Palma “ma per far in modo che tutti possano parcheggiare”. 
Nel frattempo la raccolta differenziata si attesta al 65% e ciò ha fatto superare senza problemi il parametro minimo del 20% previsto dalla fondazione europea per l’ambiente (fee). Ciò ha causato problemi invece alla vicina Castellaneta marina inchiodata al 15% per via di un vecchio appalto non ancora scaduto ed a quanto pare non modificabile senza conseguenze. 
Nel frattempo spariranno da Ginosa e Marina di Ginosa anche i cassonetti per il vetro, poiché più di qualcuno li utilizzava come cassonetti normali. 
Al loro posto sarà consegnato un secchiello azzurro portando a 5 i contenitori per i rifiuti. 
Da sx l'ass. al turismo ed ambiente Leonardo Galante, il sindaco Vito De Palma, il comandante in seconda Francesco Russo ed il consigliere comunale Giovanni Perniola.
La bandiera serve e soprattutto non si acquista, il suo ottenimento non è scontato” secondo il primo cittadino. 
Lo confermerebbe “l’aumento dei flussi la scorsa estate del 30% nelle strutture ricettive”. 
Anche il comandante Russo ha sottolineato l’orgoglio dell’unica bandiera blu in provincia di Taranto che sottolinea l’attenzione data al controllo ambientale da parte della capitaneria.
Un esemplare della colonia di delfini avvistati a Marina di Ginosa
Il sequestro del depuratore di Taranto e di Pulsano, i tanti controlli che effettuiamo sul traffico mercantile sono un esempio del lavoro che facciamo ogni giorno per la salvaguardia ambientale e la sicurezza a mare, temi di cui parliamo anche con nostri ufficiali nelle scuole”. 
Alla conferenza hanno partecipato anche l’assessore al turismo ed ambiente Leonardo Galante che ha annunciato l’impianto di due mini isole ecologiche, l’assessore Mario Toma che ha ricordato il bando per l’assegnazione di aree verdi in cambio di superfici commerciali ed i consiglieri Stefano Notarangelo e Giovanni Perniola.
Tra le novità la concessione dei locali della batteria toscano (una struttura dell’aeronautica sul lungomare) alla Jonian Dolphin Conservation, un’associazione che si occupa dello studio dei cetacei nel golfo di Taranto. Al largo di Marina di Ginosa è stata avvistata più volte una colonia piuttosto numerosa.
Quotidiano di Puglia 16 maggio 2014

Nessun commento:

Posta un commento