DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 4 gennaio 2014

LATERZA, BILANCIO DI FINE ANNO, L'ARRINGA DI LOPANE. Focus sulla differenziata, in coda le opere pubbliche.


Gianfranco Lopane,
sindaco di Laterza dal maggio del 2011
QUOTIDIANO DI PUGLIA 3 GENNAIO 2013
di Nicola NATALE
Bilancio di fine anno a Laterza, con il solo sindaco Gianfranco Lopane a tracciarne i punti principali. 
Assessori e consiglieri tra le prime file nella sala della cavallerizza del palazzo marchesale. Il primo riferimento è alle piogge alluvionali di ottobre e dicembre e alle emergenze occupazionali, in particolare la Natuzzi (salotti), Curvet (vetri curvi) e Miroglio (tessile industriale). 
Poi da ultimo la contesa di dicembre 2013 con i commercianti e gli artigiani vessati dalla tares, la tassa rifiuti che fa pagare in maniera integrale la raccolta ed  i servizi indivisibili, tipo la manutenzione delle strade e i vigili urbani. 
Il manifesto di un
gruppo di commercianti di Laterza.
Non tutta la categoria ha subito gli aumenti.
Questi ultimi hanno risposto alla indisponibilità dell’amministrazione a rivedere i criteri di applicazione della tares (previsti per legge) con un manifesto durissimo: “piccoli esattori per conto di un governo oppressivo e spietato”. Di qui l’adesione di Lopane alle proteste indette dai sindaci della provincia di Taranto. 
Quanto alle alluvioni, per il primo cittadino è evidente “che in passato siamo stati troppo larghi nel concedere alcune autorizzazioni”.
Ricordando le quattro vittime di Ginosa ha valorizzato la scelta di redigere con fondi comunali, nel marzo 2012, il piano di emergenza che “andava fatto venti anni fa”.
Seguirà la pubblicazione nei primi mesi dell’anno in corso di un vademecum che spieghi ai cittadini come comportarsi, l’acquisto di un pick-up e l’allestimento del centro comunale per la gestione dell’emergenza con fondi della regione Puglia. 
Le piogge abnormi del 2013 hanno prosciugato 200mila euro di fondi comunali. 
Tra i punti toccati anche l’avvio della differenziata, con il premio di Legambiente conseguito per il buon avvio nei primi sei mesi ed un monito: “indietro non si torna”. Anche perché si rischia di aumentare i costi che il Comune sopporta per il conferimento dei rifiuti. 
Poi la vicenda dell’isola ecologica, il suo sequestro ed il recupero dell’ex foro boario a questo uso. 
Le domande vertono quasi tutte su questo tema alla fine del discorso che dura quasi due ore. 
Il sindaco annuncia anche l’arrivo di guardie ambientali sulla corretta esecuzione della differenziata con multe che possono colpire chi sbaglia ed hanno già colpito l’ecologica pugliese per alcune inadempienze legate alla raccolta. 
Nessun incivile può fare del nostro paese una discarica a cielo aperto” dice Lopane ed annuncia un prossimo bando che incentivi chi vuole liberarsi dall’amianto. Infine la postazione medicalizzata del 118, il rifacimento della pubblica illuminazione e la sfida del bike sharing, cioè le biciclette pubbliche. Senza trascurare la cultura (tra le altre cose co-prodotta Erodiade, un’opera teatrale del maestro Giovanni Tamborrino) l’associazionismo e la promozione del turismo con l’incontro di tour operator. 
E le opere pubbliche? 
Laterza -il progetto di manutenzione
del ponte di selva san vito
Se il centro diurno è ormai una realtà assieme all’avvio dei lavori sulla masseria Cangiulli sede del parco delle gravine, non è partita la manutenzione straordinaria del ponte di selva san Vito, la cui cantierizzazione, prevista per il novembre del 2012,  é stata rinviata al gennaio del 2014 “per la sola pubblicazione del bando da parte della provincia di Taranto”. 
Laterza - la presentazione del progetto di
parco comunale nel novembre del 2011
Uguali ritardi per le rotatorie annunciate nei pressi del liceo scientifico e della provinciale n.20 mentre è partita quella del Carmine. Tra le opere annunciate il completamento di via Lombardia che congiungerà le vie di uscita per Matera e per Santeramo e il rifacimento del primo piano del palazzo marchesale per adibirlo a museo della maiolica. 
Non è ancora pronto il parco comunale per via dei lavori su via De André e della decisione di partecipare ad un nuovo bando regionale per assicurarsi ulteriori risorse, né i percorsi avventura nella pineta Scivolizzo. Stessa cosa dicasi per la manutenzione di alcune scuole (san francesco, diaz, manzoni, marconi) comunque “tutti progettati e finanziati”.
Per dare compimento a questi progetti conclude Lopane “bisognerà far entrare nell’ente professionalità che abbiano freschezza e competenza, altri l’hanno detto, noi l’abbiamo fatto”.

Nessun commento:

Posta un commento