DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

martedì 7 gennaio 2014

FURTI CONTINUI. L’ULTIMO IN UN BAR CENTRALISSIMO. INTERVIENE IL PD.


Via Lucania, Ginosa, dove è avvenuto uno dei primi furti.
QUOTIDIANO DI PUGLIA 7 GENNAIO 2013
di Nicola NATALE
Emergenza furti. La crisi economica non accenna a passare e i furti andati a segno negli ultimi giorni sono tantissimi. 
Hanno iniziato già molto prima di Natale con un caffè molto frequentato sulla via per Matera, poi hanno preso di mira parrucchieri, opifici, box per auto e naturalmente appartamenti. 
Senza dimenticare la situazione nelle campagne dove i furti in masseria sono altrettanto frequenti, tanto che negli ultimi tempi nessuno conserva più nafta e i trattori spesso vengono riportati in garage cittadini.  Uno dei  tentativi (per fortuna non andato a segno) è avvenuto nel periodo di Natale, in una casa di Ginosa,  alle spalle dell’istituto Calò. 
I ladri non sono riusciti a portare a compimento la loro impresa solo per un caso fortunato e per la presenza di sbarre. 
Tutte queste “imprese” non fanno che acuire il clima di allarme e sfiducia, reso già pesante dalla mancanza di occasioni di lavoro. 
L’ultimo clamoroso furto nei giorni scorsi ha colpito un caffè centralissimo all’inizio di corso vittorio emanuele. I malviventi si sono introdotti sfruttando una finestra a tre metri di altezza dal suolo e uno vico stretto e poco illuminato. 
Il centralissimo corso Vittorio Emanuele a Ginosa,
dove negli ultimi giorni si è registrato l'ennesimo furto.
Qui hanno asportato circa 3mila euro contenuti nelle video macchinette da gioco e arrecato danni per circa 10mila euro” racconta sconsolata la titolare del bar. 
In 38 anni di attività non mi era mai successa una cosa simile, i ladri hanno portato via persino chewingum e caramelle” conclude. 
In quest’atmosfera anche il locale circolo del pd è tornato a farsi sentire, raccogliendo l’allarme rilanciato dai cittadini. 
Per il pd locale guidato da Giuseppe Punzi a Ginosa e da Margherita Zanelli a Marina di Ginosa il problema è dovuto “all’inefficienza dei controlli ed alla scarsa attenzione posta dall’amministrazione comunale che non ha posto in essere alcun provvedimento di tutela”. 
Pertanto il pd lancia un appello all’amministrazione De Palma ed alla sua “governance” ad utilizzare “tutti i mezzi necessari ed a mobilitare tutte le risorse a loro disposizione allo scopo di integrare maggiori controlli”. 
Molti hanno suggerito di controllare il funzionamento effettivo delle telesorveglianza (anche se i ladri sanno come mimetizzarsi), di utilizzare la polizia municipale anche dopo i normali orari dei servizio e persino ad un censimento delle abitazioni date in affitto per sapere effettivamente quante e chi sono le persone domiciliate a Ginosa. C’è il rischio, concreto, che l’aumento della microcriminalità aumenti fenomeni di intolleranza indiscriminata.

Nessun commento:

Posta un commento