DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 14 giugno 2013

CHIESA E COMUNE INSIEME CONTRO LA DIFFICOLTA’ DEL VIVERE

di Nicola NATALE
Da sx il sindaco Vito De Palma, Rosalba Pizzulli funzionaria comunale,
don Rocco Martucci e padre Gilberto Magni
Chiesa ed istituzioni a braccetto. Per evitare solitudini e ispirare soluzioni in casi complessi, avvalendosi anche dell’aiuto degli assistenti sociali del comune. Mercoledì mattina 12 giugno, presso la sala giunta, è stato sottoscritto il protocollo d’intesa per la realizzazione di un centro di Ascolto Caritas Interparrocchiale tra il sindaco Vito De Palma e i parroci delle chiese di Ginosa. Per tutte le parrocchie erano presenti padre Gilberto Magni e don Rocco Martucci. 
Il centro di ascolto caritas interparrocchiale sarà aperto presso i locali della parrocchia Gesù Risorto in via Matera con i seguenti orari di apertura: da aprile a ottobre il martedì, dalle ore 16,00 alle ore 18,00; venerdì dalle ore 17,00 alle ore 19,00; da novembre a marzo il martedì, dalle ore 17,00 alle ore 19,00; venerdì dalle ore 17.00 alle ore 19,00. Il Centro rimarrà  chiuso nel periodo estivo dal 1° luglio al 31 agosto. 
Il protocollo vuole essere – dichiara il sindaco De Palma – uno strumento per promuovere l’utilizzo del centro, fornendo inoltre attraverso il servizio sociale professionale dell’ente consulenze specifiche in materia sociale. Casi particolari segnalati dagli operatori comporteranno la presa in carico dal servizio sociale comunale per l’individuazione e l’elaborazione di progetti individualizzati di reinserimento sociale
Ginosa  - il plesso parrocchiale di Cristo Risorto
Il centro accoglierà anche – continua il sindaco - eventuali richieste di contributo economico formulate al Comune a sostegno di iniziative, progetti ed attività da svolgere. Insomma, tutto quello che porti ad arginare la solitudine e il disagio di varia natura della comunità ginosina, di recente turbata da un numero sorprendente di suicidi
L’amministrazione confida nella partecipazione e nella collaborazione di tutti, in particolare delle associazioni a divulgare l’esistenza del centro. 
Il primo cittadino inoltre rivolge “un ringraziamento doveroso e sincero alle comunità parrocchiali e a tutti gli operatori che si avvicenderanno presso il Centro di Ascolto con spirito di comunione e solidarietà”. 
Sono sicuro” ha concluso “che gli operatori non faranno mancare il loro apporto verso i tanti problemi che affliggono individui e famiglie ginosine, una realtà quasi sempre nascosta, ma che spesso porta a gesti estremi”.

Nessun commento:

Posta un commento