DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

mercoledì 5 giugno 2013

AVVOCATI LOCALI A ROMA: NO A CHIUSURA SEDI GIUDIZIARIE DI GINOSA


di Nicola NATALE
La guerra dei tribunali. 
Dall’alto accentrano per risparmiare e razionalizzare, dal basso protestano poiché i risparmi sono modesti e la riforma non tiene conto dell’impossibilità per la sede del tribunale di Taranto di ospitare altri procedimenti. 
Su questo si concentrerebbero inoltre i procedimenti anche di Martina Franca, Grottaglie e Manduria. 
Lo dice la nota rilasciata dal comitato avvocati di Ginosa e Laterza contro la chiusura della sede distaccata di via poggio a Ginosa, quella che un tempo era “la pretura”. 
Ginosa  la sede distaccata del tribunale di Taranto
Una delegazione di avvocati aderirà oggi (30 Maggio) a Roma alla giornata di mobilitazione indetta dall’organismo unitario avvocatura italiana. 
La loro contrarietà è presto spiegata: “si tagliano servizi fondamentali per il cittadino, rendendo di fatto ancora più inaccessibile il diritto alla giustizia”. 
Nel caso della sede distaccata a Ginosa del tribunale di Taranto che ha competenza sui quattro comuni di Ginosa e Castellaneta (con le rispettive marine), Laterza e Palagiano si dovrebbero spostare a Taranto circa 1.500 cause civili e 1.000 cause penali. 
Ciò secondo gli avvocati non solo creerebbe un enorme disagio ai cittadini, “costretti a dover raggiungere Taranto per ogni necessità” ma costituirebbe “un ulteriore impoverimento sia economico che culturale e sociale delle comunità coinvolte”. 
Gli avvocati fanno esplicito riferimento ai centri per fotocopie, ai bar intorno al tribunale, ai parcheggi a pagamento ma aggiungono che non solo per questo andranno a Roma. 
Ginosa - l'inaugurazione della nuova sede
del giudice di pace nel giugno del 2012
La sezione di Ginosa ha bisogno anche di un potenziamento in termini di organico.
Sulla questione era intervenuto all’inizio del mese il sindaco di Ginosa Vito De Palma affermando che oltre per la sede del giudice di pace, il Comune aveva fatto richiesto ufficialmente di accollarsi le spese di funzionamento e di personale anche per la sezione distaccata. 
A Ginosa, con il trasferimento anche delle funzioni del giudice di pace si sarebbe aggiunto un altro spreco, poiché a giugno del 2012 era stata inaugurata la nuova sede nei locali di proprietà comunale dell’ex ufficio di collocamento.

Nessun commento:

Posta un commento