DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 24 maggio 2013

GINOSA / INCHIESTA GDF SU AMMINISTRATORI E TECNICI, LE REAZIONI DELLA MAGGIORANZA: “CHIARIRA’ TUTTO, E’ TRASPARENTE”


di Nicola NATALE
Il consigliere regionale Pietro Lospinuso
La maggioranza fa quadrato intorno al consigliere comunale Vincenzo Di Canio ed ai funzionari coinvolti nell'inchiesta della guardia di finanza. Le facce sono moge, a volte tese, ma le dichiarazioni sono unanimi. 
Il consigliere regionale Pietro Lospinuso è l’unico a rilasciare una comunicazione ufficiale. Poi prontamente ripresa da fonti vicine  all'amministrazione aggiungendovi i nomi del sindaco Vito De Palma, del coordinatore provinciale pdl Luigi Montanaro, del consigliere provinciale Augusto Pardo e del coordinatore cittadino Mino Di Tinco. “Viviamo l’amara vicenda che sta vivendo il fraterno amico Vincenzo Di Canio in spirito di profonda solidarietà e con la certezza che la magistratura, cui rinnoviamo senza riserve la nostra fiducia, non possa non accertarne la trasparenza dei comportamenti al servizio della nostra comunità, al quale egli si dedica instancabilmente con passione e competenza”.
Giovanni Perniola,
consigliere comunale adc
Ma prima ancora è la faccia di Giovanni Perniola (alleanza di centro) ad esprimere incredulità e fiducia nel chiarimento da parte di quell’amministratore e di quell’amministrazione il cui operato ha sempre difeso con foga. 
Perniola, scuola dc, è un politico di lungo corso, abituato ai marosi ed alle tempeste della politica e commenta secco “sono sicuro che tutto si chiarirà, non c’è niente”. 
Sarà,  ma si vaga alla ricerca di una comunicazione ufficiale, di uno straccio di una convocazione per una conferenza stampa che non arriverà, di telefoni che non rispondono, di comunicati che non arrivano benché promessi. Incontriamo, cerchiamo alcuni membri della maggioranza ma le reazioni - pur diverse -  sono tutte improntate al no comment.
La maggioranza si chiude a riccio, eppure nessuno è ancora colpevole in questa vicenda, giacché un’inchiesta è appena il primo dei passi per arrivare ad una condanna.
Ed anche se ci fosse, dopo quella c’è il secondo e terzo grado di giudizio. Anche se tutti dovrebbero comprendere la portata devastante di un provvedimento giudiziario, i cui danni sono incalcolabili se l'inchiesta colpisce innocenti.

Nessun commento:

Posta un commento