DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

martedì 2 aprile 2013

TORNA L’ARTE A PALAZZO MARCHESALE: GIANNINI, MEMORIE IN EQUILIBRIO


QUOTIDIANO DI PUGLIA 31 MARZO 2013
di Nicola NATALE
Antonio Giannini mentre spiega
le sue opere ad una scolaresca
Termina stasera “memorie in equilibrio” di Antonio Giannini. 
Una personale con 11 tele e due installazioni in cartone al palazzo marchesale di Laterza. 
In otto giorni la sala della cavallerizza ha visto un numero crescente di visitatori ed anche alcune scolaresche hanno visitato la mostra. 
Torre di Controllo 2013
Una buona intuizione dato che Giannini, classe 1980, è un insegnante d’arte alla De Carolis a Taranto. Tutta tesa sul filo dei ricordi la tematica, dato che l’infanzia del pittore vissuta nella casa del nonno è il motore della sua arte, realizzata prima con la tecnica dei pastelli ad olio poi direttamente ad olio e acrilico. 
Laterza - sala della Cavalerizza Palazzo Marchesale
Giannini era ed è affascinato dagli oggetti antichi per cui cassetti, libri e valigie ritornano costantemente nella sua arte. Una macchina con la ruggine, un rivestimento in  pelle consumata dall’uso lo ispira e lo conduce se non all’iperrealismo quantomeno ad una rappresentazione chiara, oggettiva di questi oggetti carichi di memoria. 
In un certo qual modo “questi lavori sono dei miei autoritratti, mi rispecchiano”. Non a caso un suo lavoro si chiama “ho messo in ordine i ricordi” con l’uso della prospettiva e una forma coerente. 
Una delle installazioni di Giannini
Antonio Giannini ha partecipato ai lavori di restauro del Teatro Petruzzelli di Bari ed a Gennaio ha partecipato alla biennale di Palermo curata da Paolo Levi e Vittorio Sgarbi. 
Il curriculum dell’artista testimonia l’attento lavoro di selezione svolto dall’amministrazione comunale, dalla trisma e dalla curatrice Manuela Clemente nello scegliere gli espositori della cavallerizza. 
La mostra si lega alla recente notizia della concessione del finanziamento per il “Museo della Maiolica Laertina” per 800mila euro da parte del fondo europeo di sviluppo regionale. 
Il museo raccoglierà maioliche antiche sparse per il mondo. 
Il Comune di Laterza si è piazzato undicesimo su 63 partecipanti. Un riconoscimento che porterà a ristrutturare anche il piano superiore del Palazzo Marchesale, da anni interessato da un paziente e oneroso restauro, per accrescerne il già alto valore di centro culturale d’eccellenza.
L'articolo del Quotidiano di Puglia

Nessun commento:

Posta un commento