DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 12 aprile 2013

Q.BELL-MIROGLIO L’ACCORDO DI ROMA IN PILLOLE


di Nicola NATALE
Questi i punti salienti dell’accordo siglato a Roma per la rioccupazione dei 191 ex dipendenti della Filatura e Tessitura di Puglia meglio nota come “miroglio".
  • La Qbell, che assembla tv e monitor come attività principale, acquisirà a titolo gratuito lo stabilimento di Ginosa in accordo con il decreto legge 510 del 1996. Inizialmente lo stesso sarà messo a disposizione in comodato d’uso.
  • Secondo punto, l’azienda friulana percepirà 9mila euro lordi dalla Filatura per ogni lavoratore assunto oltre a ottenere l’esonero dal Comune di Ginosa del pagamento dei tributi comunali. 
  • Al 30 novembre 2013 con l’assunzione del centesimo lavoratore la proprietà dello stabilimento passerà alla società di Remanzacco (Udine). I lavoratori da riassumere poi sono divenuti 105.
  • Le assunzioni avverranno in due tranche: 70 lavoratori entro luglio 2013 e 35 entro novembre 2013.
  • La Qbell si è impegnata a restituire tutte le somme percepite a tale titolo se le assunzioni non avverranno secondo lo schema dell’accordo quadro.
  • Inoltre, se gli ordinativi dell’impresa cresceranno in maniera sensibile, nel triennio 2014-2016,  non è escluso che la stessa proceda ad ulteriori assunzioni, sempre tra gli 86  lavoratori collocati in mobilità. 
  • Per queste assunzioni riceverà il medesimo contributo nel caso in cui avvengano entro il 31 Dicembre 2013.
  • Intanto la Filatura proseguirà nel tentativo di reindustrializzare il sito di Castellaneta tramite la Wollo.
  • Lo stesso sito di Castellaneta, passerà al Comune di Castellaneta che si è impegnato a farne formale richiesta alla Filatura.
  • La regione Puglia si impegna a verificare celermente la parte di progetti di finanziamento della Qbell che necessitano di autorizzazioni, la provincia di Taranto a sostenere i progranni di formazione professionale.
  • Sul piano industriale presentato e sugli altri progetti in corso di analisi è previsto  un monitoraggio ministeriale che vedrà già un primo incontro di verifica a fine Aprile.

    Giuliano Macripò, ceo Qbell
    Giuseppe Miroglio, ceo miroglio group

Nessun commento:

Posta un commento