DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 20 aprile 2013

LATERZA IL SINDACO BALLA CON GLI AUSTRIACI


QUOTIDIANO DI PUGLIA 20 APRILE 2013
di Nicola NATALE
LATERZA Balli nella corte del Palazzo Marchesale
Oramai le foto degli austriaci che dal nova yardinia salgono con bus a Ginosa e Laterza si sprecano. 
Le amministrazioni comunali di Laterza e Ginosa ce la stanno mettendo tutta nel rendere indimenticabile il soggiorno degli associati del “pensionisten verband osterreichs”. 
Per cinque settimane, fino a maggio, circa 7500 turisti conosceranno le gravine di Ginosa e Laterza, il Palazzo Marchesale ed il centro storico di Laterza, il Castello Normanno di Ginosa con la sua impareggiabile vista che arriva fino al golfo di Taranto, la Chiesa Madre del 1500, solo per citare i principali monumenti. 
Come in tv ormai fanno da anni, sono stati esposti  prodotti tipici.  Una buona parte delle aziende locali sta mettendo in mostra il meglio della produzione enogastronomica e non solo. 
Ieri nella corte del Palazzo Marchesale poi si è andati oltre: non  solo allestendo tavoli per consentire soste e degustazioni ma anche organizzando balli tipici della cultura popolare locale. 
Il sindaco di Laterza Gianfranco Lopane non ha mancato di rendere gli omaggi al pari di quello di Ginosa Vito De Palma. 
Solo che a Lopane è toccato anche ballare. 
Cosa non si fa per l’ospitalità, una risorsa preziosa che ora in qualche modo dobbiamo mettere a frutto, pur in un contesto di forte competizione internazionale. 
Le amministrazioni hanno finanziato, rispettivamente con circa 5mila euro (Ginosa) e 3mila euro (Laterza) le iniziative promozionali. Il resto l'ha fatto il tour operator. Così i bus navetta, dalla foce del fiume Lato sulla spiaggia di Castellaneta Marina, hanno condotto i simpatici vacanzieri a conoscere un lato della Puglia finora assolutamente escluso dalle rotte turistiche. 
Va detto che il tutto non sarebbe stato possibile senza avere villaggi turistici con grande capienza (fino a 2800 persone contemporaneamente ) e idonei contatti a livello di convention bureau, come si chiamano gli uffici atti a captare questi grandi flussi. 
Senza dimenticare che molte strutture del turismo jonico sono nate o sono state ampliate anche grazie anche ai fondi europei di sviluppo regionale.

Nessun commento:

Posta un commento