DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

mercoledì 6 marzo 2013

GINOSA / TEKNOSERVICE E' IN GRADO DI ASSICURARE LA RACCOLTA RIFIUTI? I dubbi emersi durante il Consiglio Comunale


QUOTIDIANO DI PUGLIA 6 MARZO 2013
di Nicola NATALE
Anche a Roccaforzata (Taranto) la Teknoservice ha vinto l'appalto 
per la raccolta dei rifiuti. Sono 11 i comuni pugliesi in cui l'azienda 
di Piossasco (To) ha vinto gli appalti
Gli strascichi dello sciopero degli operatori ecologici ci sono tutti. Non nella città, ripulita prontamente sabato con un “servizio aggiuntivo e gratuito” dagli stessi operatori che il giorno prima avevano scioperato, ma in consiglio comunale. 
E' stato questo ritardo,  a causare lo sciopero che l’amministrazione aveva tentato di evitare, esercitando pressioni sulla direzione teknoservice e sugli addetti alla raccolta. Ma difficoltà di gestione sono emerse anche a San Giorgio e Palagiano, anch’esse servite dall’azienda di Piossasco che da luglio effettua la raccolta differenziata dei rifiuti a Ginosa. 
Forti dubbi emergono dall’opposizione sulla sua affidabilità, soprattutto per il periodo più critico, quello estivo. 
Enzo Giannico, cons. pd di minoranza
Giovanni Perniola (a.d.c.)
La denuncia è del cons. di minoranza Enzo Giannico sulle “forti sofferenze della teknoservice in tutti i comuni in cui gestisce lo stesso appalto”. 
La cessione di parte del credito alle banche avrebbe dovuto garantire liquidità all’azienda” dice Giannico ma “dopo gli scioperi congiunti dobbiamo capire se l’azienda ha la capacità finanziaria e la liquidità per portare avanti il servizio”. Secondo il cons. Nino Perniola però “le capacità finanziarie sono state acclarate in sede di appalto e non c’è uno strumento per verificare, a parte il capitolato di appalto”. 
L'avv. Cristiano Inglese
della omonima lista
In consiglio comunale sono approdate le interrogazioni della lista Inglese su varie questioni. In primis gli idranti: nel piano d’emergenza mancano istruzioni operative e modalità di manutenzione ed accesso celere.
Massimo Castria
(lista inglese)
Poi la farmacia comunale sprovvista di amministratori pubblici e di cui non si è mai discusso in consiglio, nonostante le prescrizioni delle statuto. 
Infine la questione del piano di emergenza comunale che, pur approvato, non ha visto né simulazioni, né pubblicazione dei numeri, né preparazione dei centri di raccolta. 
L’amministrazione ha rinviato ai prossimi consigli le risposte agli interroganti, tuttavia da tempo le opposizioni lamentano mancate risposte alle interrogazioni o fascicoli consegnati all’ultim’ora per studiare le delibere in approvazione. 
Il consiglio comunale ha poi approvato a maggioranza l’adesione in convenzione all’ambito raccolta ottimale a.r.o. in materia di rifiuti. 
Sul punto De Palma ha criticato l’assegnazione automatica della presidenza al Comune più popoloso, cioè Massafra, indicando che il criterio di assegnazione della presidenza potrebbe essere a maggioranza qualificata. Le minoranze si sono astenute per la mancanza di chiarezza sugli effetti che la nuova impostazione produrrà in materia di raccolta rifiuti (lista inglese) e sulla mancanza di una discussione approfondita (pd).

Nessun commento:

Posta un commento