DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 15 febbraio 2013

GINOSA–CASTELLANETA: SITI UFFICIALI POCO TRASPARENTI SECONDO IL MINISTERO


QUOTIDIANO DI PUGLIA 14 FEBBRAIO 2013
di Nicola NATALE
Siti internet ufficiali sotto accusa. 
Da Ginosa a Castellaneta. La “colpa” è del ministero della pubblica amministrazione che ha predisposto sul suo portale la bussola della trasparenza  indicando 42 indicatori che costituiscono un requisito minimo per la trasparenza dell’ente e la volontà di offrire servizi via web ai cittadini. 
Bene, entrambi i comuni sono risultati deficitari. A Ginosa, la scarsa trasparenza del sito ufficiale, comunque in via di restyling al costo di 46mila euro in tre anni, è accertata dal fatto di soddisfare appena 2 dei 42 indicatori. 
Sono risultati nella norma solo la pubblicità legale  degli atti e la posta elettronica certificata. 
Se la cava  meglio meglio Castellaneta con otto indicatori ma secondo sinapsi, un’associazione politica culturale apartitica “il comune non fornisce una gran quantità di dati né ha attivato una serie di servizi”. 
Per sinapsi se i dati necessari non sono presenti la colpa non è del progettista e nemmeno del responsabile dell’aggiornamento ma di chi doveva fornire le informazioni o attivare i servizi, ovvero i dirigenti e gli amministratori del comune. 
Nella classifica dei comuni jonici se la cavano meglio Palagianello (9 indicatori) e Laterza (13 indicatori). Tuttavia bisogna ricordare che ormai 1200 comuni italiani viaggiano al di sopra dei 20 indicatori di trasparenza soddisfatti e che i siti internet ufficiali sono ormai diffusi da parecchi anni.

Nessun commento:

Posta un commento