DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 4 gennaio 2013

LOPANE: "LATERZA, CITTA’ APERTA AGLI IMMIGRATI ED ALL’ARTE"


QUOTIDIANO DI PUGLIA 3 GENNAIO 2013
di Nicola NATALE
Gianfranco Lopane, sindaco di Laterza
Il sindaco di Laterza Gianfranco Lopane (32 anni) ha affidato ad una conferenza stampa di fine anno, sia il bilancio di quanto fatto in un anno e mezzo di mandato sia i progetti per Laterza nel 2013. 
Da bravo ingegnere si è affidato a slide e power point per essere più efficace nel racconto. 
Innanzitutto ha chiarito che il suo intendimento era portare a termine le opere ereditate dalla Giunta Cristella sebbene queste avessero “gravissime lacune”
Ha ricordato l’esperienza dei laboratori urbani su ispirazione e finanziamento della Regione Puglia, cogliendo l’occasione anche per lanciare una frecciatina alla vicina Ginosa: “siamo molto avanti, poiché questa ha inaugurato solo una settimana fa, noi lavoriamo da un anno con Philos Lab 4 Art negli spazi dell’ex Gendarmeria con corsi che spaziano dall’inglese alla musica”.  
Palazzo marchesale- la sala della "Cavallerizza" a Laterza aperta con una personale di pittura
Poi il riferimento al riuscito recupero della sala della Cavallerizza all’interno del Palazzo Marchesale che ha ospitato mostre, conferenze e i prossimi consigli comunali. Curiosamente il Municipio di Laterza non ha un’aula consiliare al suo interno. 
Il vecchio stadio di Laterza sarà destinato a parco urbano
Lopane ha poi introdotto le opere in completamento: la destinazione del vecchio stadio sulla via per Castellaneta a verde pubblico e pista ciclabile mediante i piani  di rigenerazione delle periferie (pirp) che “va avanti con alti e bassi” e forse sarà aperto nella prossima primavera ed  il centro diurno destinato ai disabili.
Quest'ultimo é molto atteso dalle famiglie oltre ad un centro ludico per la prima infanzia che sarà sempre ubicato nella scuola Diaz. 
La locazione del centro diurno per il giovane sindaco non è delle migliori ma ha ribadito la volontà di “portare a termine le opere e migliorarle”. 
Poi uno sguardo al futuro, alle opere cui l’amministrazione legherà la sua firma: “i cassetti erano abbastanza vuoti di progetti e abbiamo passato nottate intere ad elaborarne, anche con mano nostra, senza incidere ove possibile sulle casse comunali”. 
Ecco le novità in materia di edilizia scolastica: ristrutturazione della scuola materna San Francesco per 563mila euro, riqualificazione della scuola media Michelangelo per 349mila euro  ed infine per 930mila euro la riqualificazione energetica dell’Istituto Diaz nella centralissima Via Roma indicato come “intervento storico”. 
Via Crispi, Laterza
Poi altri 250 mila euro per la biblioteca comunale e nell’ex mattatoio Comunale di via Crispi (sotto il ponte) un centro di informazione e di aggregazione per immigrati proposto al Ministero degli Interni. Pregevole la nota antirazzista di Lopane: “di questi tempi chiudersi nella propria difficoltà è un elemento negativo per la comunità, loro sono parte attiva del nostro tessuto sociale”. 
Fin qui le opere dal finanziamento sicuro, poi la carta che il sindaco da tempo vuole giocare: il finanziamento di un museo della maiolica a Laterza. La Regione Puglia deciderà della destinazione delle sale sovrastanti la Cavallerizza per un importo di 830mila euro. “E’ un immenso patrimonio disperso in tutto il mondo” ha osservato il sindaco dicendo di un prestito da parte di un collezionista per cui sono già in corso intese. 
Poi la parte dolente della viabilità,  Laterza tra le altre cose è priva di una circonvallazione. 
In merito Lopane ha annunciato la realizzazione di due rotatorie, l’una sulla strada per Gioia (incrocio strade provinciali 21-22) l’altra nei pressi del Liceo Scientifico per 430mila euro. Quindi la rotatoria del Carmine per 600mila euro in collaborazione con Castellaneta e Mottola. 
Il ponte di Selva San Vito a Laterza
Infine il capo dell'amministrazione di centrosinistra,  rintuzza la “bugia sul ponte dell'opposizione”. 
I fondi sono stati stanziati ed il progetto preliminare per la manutenzione straordinaria  del ponte di Selva San Vito è stato depositato in Provincia la scorsa settimana”ha chiarito il primo cittadino. 
Ed infine il possibile sviluppo turistico: con i sentieri nella Gravina, la ristrutturazione della Masseria Cangiulli (prima delle vasche) identificata quale sede del Parco Regionale delle Gravine, un’area di sosta per i camper, la ristrutturazione a percorso botanico con essenze autoctone dei giardini-belvedere sotto il Comune, la rinaturalizzazione della pineta scivolizzo con annesso parco avventura per 430mila euro. 
Insomma Lopane ha tracciato un quadro completo di una cittadina che non si fa certo irretire dalle sue dimensioni (15mila abitanti). Laterza non fa mistero di voler offrire nell’ambito provinciale una sua specifica offerta turistica colta e di qualità.

Nessun commento:

Posta un commento