DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

mercoledì 30 gennaio 2013

GINOSA / IL PEG DA' I NUMERI


QUOTIDIANO DI PUGLIA 30 GENNAIO 2013
di Nicola NATALE
Ginosa, l'ingresso dell'aula consiliare
Si scoprono cifre importantissime nel piano esecutivo di gestione 2013. 
Il piano, approvato nell’ultima giunta comunale dell’11 Gennaio 2013 con la delibera n°7 individua in maniera analitica obiettivi, risorse stanziate e responsabili di tale risorse. 
Balzano agli occhi i circa 295mila euro di credito dal consorzio Coprola (capitolo rete fognante marinese)  già giudicati insussistenti dal consigliere di opposizione Cristiano Inglese e 1,5 milioni di euro di contributi per calamità atmosferiche non meglio specificati. 
Così come gli oltre 45mila euro annui per lo staff del sindaco, uniti ai 9mila euro per la comunicazione istituzionale. 
Poca cosa rispetto ai 260mila euro spesi per la tutela legale del Comune. 
O ai 365mila euro per la lotta al randagismo per cui da tempo è in atto una campagna di sterilizzazione diffusa che non riesce ancora a tenere sotto controllo il fenomeno, sia nel centro urbano che nelle campagne.A quei 365mila euro si sommano 4.500 euro per la sterilizzazione e microcippatura dei cani,  15.500 euro per la concessione di un contributo ad un canile privato, 2.800 euro per l’assicurazione che copre la responsabilità del Comune per i danni potenzialmente arrecati dai randagi. 
Spiccano ancora i 6mila euro l’incarico di “direttore esecuzione del contratto di nettezza urbana” e i 12mila per il “servizio di comunicazione ambientale”. 
Ginosa - Palazzetto dello Sport 
Per quanto riguarda le entrate dagli immobili di proprietà comunale, 5.200 euro provengono dal Palazzetto dello Sport, 5mila dal parco comunale, 1.000 dal Teatro Alcanices, 1.446 dai campeggi  e 500 dal Palazzo della Cultura. 
324mila euro costa invece la refezione scolastica in affidamento e 347mila euro la retribuzione lorda del personale di assistenza scolastica. 
Di contro le spese per la gestione del palazzetto dello sport ammontano, sempre secondo lo strumento programmatorio del piano esecutivo di gestione,  a 222.500 euro generando quindi una perdita secca per il Comune ma come sappiamo importantissima per le sue ricadute sociali. 
Il comune inoltre realizza 59mila euro dai parcheggi pubblici di Ginosa ed un aggio di 26mila euro sui parcheggi pubblici di Marina di Ginosa, mentre 20mila euro sono previsti per il servizio navetta a mare avviato dall’amministrazione De Palma la scorsa estate. 
Sono solo alcune delle cifre presenti nel piano esecutivo di gestione, venti pagine zeppe di cifre, che però danno un’idea  di quanto complessa e variegata sia l’attività del Comune e di quanto esso incida sulle tasche dei cittadini e nella loro vita di tutti i giorni. 
La pubblicazione delle delibere sul sito ufficiale consente non solo di comprendere meglio l’entità delle poste in gioco,  ma anche di stoppare sul nascere polemiche pretestuose e di scovare dove si annidano eventuali sprechi: non dimenticando che molti li chiamano tali quando non ne sono diretti beneficiari.

Nessun commento:

Posta un commento