DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

domenica 30 dicembre 2012

CASTELLANETA 500MILA EURO PER IL MANTO SINTETICO. E’ POLEMICA


QUOTIDIANO DI PUGLIA 28 DICEMBRE 2012
di Nicola NATALE
Cinquecentomila euro per rifare sinteticamente il manto dello stadio De Bellis di Castellaneta. 
La delibera di giunta comunale n°66 del 20 Dicembre scorso ha provocato l’ultima rovente polemica a Castellaneta. Innanzitutto per la cifra impegnata: a Ginosa se ne sono spesi trecentomila, a Laterza il rifacimento del manto erboso provocò addirittura un’inchiesta giudiziaria. 
L’aspetto più interessante della discussione l’ha sollevato Agostino De Bellis, allenatore di atletica ma in passato preparatore atletico della squadra di calcio di Gioia del Colle nonché di diverse squadre fino al Padova in serie B. 
Agostino De Bellis, allenatore atletico
Per De Bellis, lo stadio di Castellaneta “ha un ottimo manto erboso, se lo si rispetta dura in eterno, mentre il sintetico può durare dai 10 ai 15 anni”. 
Rinforza la tesi Pietro D’Ambrosio per il quale i campi in sintetico vanno comunque innaffiati per evitare che caldo e freddo degradino la superfici. 
Inoltre ricorda D’Ambrosio nel tempo va tenuta una costante manutenzione con inserimento di materiale coerente per evitare lo sfaldamento del manto e va tenuto sott’occhio il fondo. 
Insomma un punto di vista molto diverso dal luogo comune che ritiene che una volta fatto il manto sintetico ci si può dimenticare della manutenzione e cura  impegnative che invece un campo naturale comporta. 
De Bellis ha anche chiesto (via facebook) se gli amministratori sono andati a vedere i vicini campi, se hanno chiesto pareri ai calciatori che sui quei campi giocano. 
Il sintetico prosegue De Bellis con il caldo emette odori poco piacevoli e scotta, d’inverno è gelido: “tra qualche anno ne riparleremo”. 
Ma la polemica, comunque molto garbata, non è finita qui perché immediatamente la notizia dell’interesse dell’amministrazione per il De Bellis ha finito per risollevare l’attenzione anche sulle altre strutture sportive che necessitano  di interventi urgenti. 
L'Amministrazione Gugliotti di Castellaneta
Prima tra tutte il Palazzetto dello Sport, poi gli spogliatoi dello stesso stadio, la palestra scolastica della “Giovinazzi”, lo stadio “Verga”  senza dimenticare la pista ciclo-pedonale che sembrava cosa fatta ed invece segna il passo. 
Qui chiaramente l’Amministrazione di Gugliotti, investita di un forte mandato popolare,  ha fatto la sua scelta. Tuttavia, accanto alla preponderanza del calcio, altre discipline cominciano a pretendere pari attenzione dal mondo delle istituzioni.

Nessun commento:

Posta un commento