DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

lunedì 12 novembre 2012

LATERZA ALLEANZA PER L'ITALIA, CI SIAMO ANCHE NOI CONFERENZA PER TABACCI


di Nicola NATALE
Da sx Juanita Miccolis, Savino Tria, Annamaria Leone
Da Laterza parte l’appello per Bruno Tabacci premier. 
Se ne fa carico il circolo di Alleanza per l’Italia (api) coordinato da Savino Tria con una conferenza stampa indetta sabato scorso. 
Le primarie del 25 Novembre si avvicinano ma "per esprimere il proprio voto bisognerà registrarsi". A Laterza sarà possibile farlo in Via Roma, 59 mostrando la carta d’identità, la tessera elettorale e pagando 2 euro. Solo allora si avrà il diritto di esprimersi direttamente sul candidato premier della coalizione di centrosinistra, grazie alla scheda elettorale consegnata all’atto della registrazione. 
Lo precisa il coordinatore Tria prima di lasciare la parola all’architetto Juanita Miccolis ed alla dr.ssa Anna Maria Leone del comitato Italia concreta. “Tabacci non è noto ma la sobrietà e la serietà che lo contraddistinguono sono il suo migliore spot” dice Miccolis. Senza dimenticare aggiunge “la sua appartenenza democratica e cristiana capace di fare sintesi a livello di centro”. 
Ad illustrare la figura di Tabacci, 66 anni, laureato in economia e commercio, è Anna Maria Leone che ne ripercorre la lunga carriera politica maturata nelle Democrazia Cristiana dalla quale esce solo nel 1999. Non prima di aver governato la Lombardia come presidente per due anni, dal 1987 al 1989. Attualmente Bruno Tabacci è deputato nelle commissioni bilancio, finanze e nel comitato di valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche. 
La sua disponibilità ci ha colpiti, specie perché rivolta ai giovani e a tutti coloro che si affacciano alla politica”. 
Leone ha poi riassunto le ragioni dell’Api nella corsa all’interno del centrosinistra:  siamo l’alternativa morale e politica al cumulo di macerie lasciate da Berlusconi, l’argine alla deriva elettorale in un contesto sociale fortemente degradato”. 
Tabacci, nato a Quistello, nel mantovano dice “no all’euroscetticismo, sì al governo dell’euro ma con la finanza sotto controllo”. 
E quanto al provenire dalla stessa area geografica dell’ex premier? 
Non è importante la sua provenienza geografica, ma i valori che sostiene, lavoro, famiglia, sviluppo economico e tolleranza”. 
L’aver lasciato la carica di assessore al bilancio del Comune di Milano prima di intraprendere la corsa per le primarie è un’ulteriore conferma del suo stile, un atto non seguito da nessun altro candidato alle primarie”. 
Con molta probabilità – dicono gli api laertini concludendo la conferenza stampa - l’onorevole farà una tappa a Taranto, una ottima occasione per conoscerlo e contribuire a radicare nel territorio il nostro partito.

Nessun commento:

Posta un commento