DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 9 novembre 2012

GINOSA AVVIO UFFICIALE DELLA DIFFERENZIATA. SIAMO TERZI IN PROVINCIA DI TARANTO


QUOTIDIANO DI PUGLIA 9 NOVEMBRE 2012
GINOSA sala consiliare Un momento della conferenza stampa di presentazione ieri 8 Novembre. Da sx Francesca Maffei (achab med) Vito De Palma (sindaco di Ginosa)  Leonardo Galante (assessore all'ambiente)
di Nicola NATALE
La raccolta differenziata in Europa fu introdotta nel 1975 con una direttiva. 
Oggi, a 37 anni di distanza, Ginosa fa sul serio e annuncia l’avvio della differenziata con metodo porta a porta. 
Per la verità precisa il sindaco Vito De Palma “ci sono solo due comuni in provincia di Taranto che hanno già la differenziata attiva con questo metodo, Ginosa è il terzo Comune”. 
L’obiettivo dell’amministrazione comunale è raggiungere in breve tempo il 50-65% di rifiuti separati.  Come ricorderete - ha puntualizzato il primo cittadino - la differenziata era uno dei tre punti fondamentali del mio programma. 
Gli altri erano il no secco all’impianto a biomasse ed il porticciolo a Marina di Ginosa. 
La consegna dei contenitori della differenziata. Nei prossimi giorni saranno distribuite le buste per l'umido.
I contenitori, chiusi col manico, non dovrebbero essere attaccabili dai randagi secondo l'azienda.
Anche l’assessore all’ambiente Leonardo Galante sollecitando i cittadini ad essere vigilanti ha parlato di una rivoluzione culturale necessaria per il successo della differenziata. 
Gli adesivi sui cassonetti avviseranno ben presto dell’avvio definitivo della raccolta affidata alla Teknoservice di Piossasco (Torino) con sede operativa a Marconia. Poi i cassonetti spariranno il 12 Novembre a Marina di Ginosa e il 19 Novembre a Ginosa. 
Nel frattempo 4 contenitori sono stati consegnati a tutte le utenze corredate di relative istruzioni, ma il Comune si è spinto oltre. 
Ha affidato per gara ad evidenza pubblica una campagna di comunicazione ad Achab Med rappresentata in conferenza da Francesca Maffei. 
La società di comunicazione ambientale con sede a San Giorgio del Sannio (Benevento) organizzerà due giornate di spiegazione alla cittadinanza dell’importanza della differenziata rispondendo a tutti i quesiti. 
Non solo, nel corso delle due giornate che si terranno rispettivamente l’11 novembre  a Marina di Ginosa in piazza indipendenza e il 18 novembre a Ginosa in piazza Marconi dalle 8 alle 14, saranno illustrate tutte le modalità per ottenere risposte e presentare suggerimenti o reclami. 
Achab come detto dalla Maffei si occuperà anche di gestire il sito ginosasifferenzia.it e lanciare un concorso nelle scuole primarie proprio per inculcare ai bambini il rispetto per l’ambiente ad iniziare dal gesto del “buttare i rifiuti”. 
Rocco Cipriani della Teknoservice,
l'azienda vincitrice dell'appalto
raccolta rifiuti di Ginosa
Rifiuti che sono materia prima come precisato da Rocco Cipriani  della Teknoservice. 
La conferenza stampa ha detto quest’ultimo non è una vetrina o formalità ma segna il recupero di un ritardo con realtà del Nord (e anche del Sud) dove la differenziata è a livelli alti da tempo. 
La consegna dei rifiuti differenziati al Conai consentirà al Comune di recuperare risorse che serviranno a pagare un servizio che costerà ai contribuenti ginosini oltre due milioni di euro annui per sette anni. 
Il sindaco a tal proposito ha precisato che i contribuenti pagavano e pagheranno il 65% del costo effettivo della raccolta, anche col più oneroso metodo della raccolta differenziata porta a porta. 
Nei prossimi mesi saranno avviate anche delle isole ecologiche dove conferire ogni qualvolta lo si desidera i propri rifiuti senza sottostare al rigido orario dalle 22 alle 6 di esposizione dei contenitori davanti alla propria abitazione. 
Un sistema capillare che avrebbe potuto essere evitato se i ginosini, come gran parte dei pugliesi, avessero preso sul serio l’invito a differenziare i propri rifiuti. 
Attualmente quelli di Ginosa finiscono a Massafra, dove c’è un inceneritore di Marcegaglia Energy ed una discarica appartenente al gruppo Cisa di Antonio Albanese.

Nessun commento:

Posta un commento