DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

giovedì 25 ottobre 2012

ENTRO FINE MESE LA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA A GINOSA E MARINA DI GINOSA. Si preannunciano sanzioni agli inadempienti


Quotidiano di Puglia  24 Ottobre 2012
di Nicola NATALE
I secchielli distribuiti dalla Teknoservice
Ginosa, amministrazione e teknoservice passano all’attacco. 
Da qualche giorno sono in distribuzione i contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti. 
Ci sono voluti 5 mesi all’azienda specializzata con sede legale a Piossasco (Torino) per distribuire tra Ginosa e Marina di Ginosa i secchielli gialli, bianchi e marroni che dovranno essere messi ogni sera al di fuori della propria abitazione. 
O al massimo entro le 6 di mattina. Insieme ai secchielli, l’amministrazione e la società hanno fatto predisporre un pieghevole che spiega in dettaglio come effettuare la differenziata. 
La data di avvio della raccolta in tutto il Comune sarà indicata in una conferenza stampa prevista per la prossima settimana. 
La scomparsa graduale dei cassonetti dalle strade sarà poi il segno tangibile del passaggio effettivo al nuovo sistema di raccolta nato per obbligare i cittadini alla differenziata. 
Leonardo Galante,
assessore al Turismo e
Qualità dell'Ambiente 
Se dobbiamo fare questo lavoro – spiega Leonardo Galante, assessore alla qualità dell’ambiente – con le sanzioni minacciate da Governo e Regione saremo costretti  nostro malgrado a sanzionare a nostra volta i cittadini che non fanno la differenziata”. 
Con una popolazione più ricettiva sarebbe bastato dividere per cinque i cassonetti e si sarebbe potuto gettare i rifiuti in ogni momento. 
Ma quasi dappertutto nell’ambito dei 12 Comuni consorziati nell’ato1 i risultati sono stati scoraggianti (dall’8 al 16% di differenziata)  e la via della raccolta porta a porta si è dimostrata obbligata. 
Secondo Galante “è molto probabile che si parta prima della fine del mese, mentre il restante periodo servirà ai cittadini per familiarizzare con il sistema”. 
Non si potranno gettare i rifiuti tutti i giorni, ma solo nei giorni indicati. In particolare i rifiuti organici, quelli che provocano più problemi per odori e decomposizione accelerata dal caldo, saranno raccolti quattro giorni alla settimana, sempre mettendo fuori dalla propria abitazione o condominio. 
Abbiamo studiato con l’azienda - dice Galante - ciò che fanno in altri Comuni e cercato di migliorare quello che altri hanno già fatto. 
Ci sarà una campagna massiccia nelle scuole perché “saranno i piccoli ad educare i grandi”. Qualcuno teme l’assalto dei cani randagi che sono numerosissimi nel’abitato e nelle periferie di Ginosa, ma in generale l’avvio della differenziata è stato accolto bene. 
Certo lo slogan usato “voglio donarti un mondo migliore” glissa elegantemente sul fatto che il costo dell’appalto è di 14, 2milioni di euro, quasi due milioni di euro l’anno.

Nessun commento:

Posta un commento