DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

martedì 23 ottobre 2012

CASTELLANETA LORETO: "ALTRO CHE SEZIONE PRIMAVERA, E' UN PASTICCIO" ALLA PASCOLI-GIOVINAZZI


Quotidiano 23 Ottobre 2012
di Nicola NATALE
Il consigliere di minoranza prof. Rocco Loreto
Nuovo attacco del consigliere di minoranza Rocco Loreto (già senatore) all’amministrazione Gugliotti. 
Questa volta è l’affollamento causato da 25 bambini all’Istituto Comprensivo Statale “Pascoli-Giovinazzi” che non hanno ancora compiuto tre anni ad aver provocato un’interrogazione a risposta scritta al sindaco di Castellaneta, Giovanni Gugliotti. 
Il senatore rimprovera all’ass. alla pubblica istruzione Rita D’Ettore di aver contrabbandato questa inserzione di bambini più piccoli nelle classi formate da bambini da tre a cinque anni, spacciandola per l’istituzione di una “sezione primavera”. 
Queste ultime sono invece sezioni sperimentali  in cui tutti i bambini frequentanti hanno età inferiore ai tre anni.  
Secondo Loreto questa decisione “mortifica le legittime esigenze educative degli altri bambini sottraendo loro gran parte delle opportunità educative”. 
L'assessora delegata all'istruzione Rita D'Ettorre
Nell’interrogazione si chiede al Sindaco di “rimediare al pasticcio amministrativo” dato dalla sovrapposizione di competenze, di “invitare l’assessore a non oltrepassare il perimetro delle sue competenze” oltre ad evitare “una eccesiva ed invasiva presenza in riunioni e procedimenti amministrativi di esclusiva competenza scolastica”. 
Non contento il capogruppo della omonima lista civica rialza l’attenzione anche sui “cronici ed interminabili lavori alla scuola dell’infanzia Collodi”, fermi a quanto pare “non per le motivazioni più volte esternate dall’assessore”. 
Il Sindaco, nelle intenzioni dell’interrogante, dovrebbe innanzitutto far rispettare la decisione presa a suo tempo dal collegio dei docenti e soprattutto concordare con il dirigente scolastico, prof. Antonio Ludovico, interventi di adeguamento degli spazi utilizzati e di potenziamento dei 3 collaboratori scolastici attualmente in servizio. 
Nel frattempo l’amministrazione non replica nonostante il senatore accusi l’assessore “di imprecisioni non solo lessicali, che dimostrano la sua evidente lontananza da certe tematiche scolastiche”. 
A Castellaneta, ultimamente la politica non si fa con il fioretto, ma a quanto sembra, con la sciabola.

Nessun commento:

Posta un commento