DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

mercoledì 26 settembre 2012

GINOSA, CONSIGLIO COMUNALE A BASE DI IMU, BILANCIO E DEBITI (510.000 euro)

di Nicola NATALE
E' fissata per sabato 29 Settembre alle ore 9 la prossima riunione del Consiglio Comunale.
Con temi per lo più attinenti al bilancio ed alla tassazione IMU, quella dovuta da chi possiede immobili come case e suoli.
Importante poi il riconoscimento del debito (510.000 euro) verso la CISA, l'azienda proprietaria della discarica di Massafra in cui venivano sversati (ed ora anche inceneriti) i rifiuti di Ginosa e Marina di Ginosa.
L'aumento delle tariffe fu giudicato illegittimo dalla maggioranza guidata da Montanaro che fece ricorso al Tar e lo vinse.
Ma l'impresa Cisa propose appello al Consiglio di Stato che le diede ragione, ribaltando la sentenza del Tar e condannando quindi il Comune di Ginosa a pagare quanto preteso dalla Cisa.
Altri Comuni si affrettarono, pur avendo vinto, a stipulare transazioni con la Cisa consapevoli (forse) della debolezza delle argomentazioni con le quali il Comune di Ginosa aveva vinto il ricorso.
Il Comune di Ginosa lo ha fatto all'indomani della sentenza sfavorevole del Consiglio di Stato e solo dopo che la Cisa minacciò per lettera nel Maggio 2012  "di interdire l'accesso dei mezzi per il conferimento dei rifiuti presso l'impianto di Massafra" e di rivolgersi all'autorità giudiziaria.
La Cisa  - se riconosciuto il debito come é probabile - incasserà circa 90.000 euro di interessi cui andrà aggiunta la parcella dell'avvocato scelto dal Comune per perorare le proprie tesi.
Un bel colpo per la società partner del Gruppo Marcegaglia in Appia Energy, meno per il Comune di Ginosa.
A questo punto le storie si dividono e sarà forse interessante ascoltarne la varie ricostruzioni in Consiglio. A cose fatte però.
Con la certezza di un'ulteriore aumento del costo per tonnellata di rifiuto conferito per il Comune di Ginosa a fronte anche del legittimo, forse doveroso ma sfortunato ricorso al Tar.
Senza dimenticare la bassa percentuale della differenziata che fa aumentare di molto i rifiuti conferiti i n discarica.
Il Consiglio Comunale di Ginosa
Pochi Comuni, incluso Ginosa, sembrano prendere sul serio le raccomandazioni circa la raccolta differenziata.
 L'esistenza di orari e giorni per il conferimento (senza cassonetti appositi) scoraggiano molti cittadini, abituati a gettare i rifiuti "tal quali".
D'altra parte appare molto onerosa anche una raccolta porta a porta.
La vicenda con la Cisa è una testimonianza di quanto sia complicato amministrare e di quanto difficile possa essere una corretta ed economica gestione dei rifiuti, con la presenza di enti vari, autorità di bacino e, soprattutto, fortissimi interessi privati.
Di fatti uno dei principali banchi di prova per qualsiasi amministrazione.
 Questi i punti all'ordine del giorno del Consiglio del 29 Settembre:
1) Comunicazioni ed interrogazioni;
2) Ratifica delibera G.C..n°223 del 13/9/2012 avente ad oggetto "Variazioni di bilancio";
3 Approvazione Regolamento per la disciplina dell'Imposta Municipale (IMU);
4) Determinazione aliquote e detrazioni per l'applicazione dell'Imposta Municipale Propria (IMU) Anno 2012;
5) Contenzioso Comune di Ginosa c/CISA spa -Riconoscimento di legittimità debito fuori bilancio
6) Salvaguardia degli Equilibri di bilancio esercizio finanziario 2012e riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio;
7) Modifica Regolamento pe ril funzionamento del Consiglio Comunale;
8) Nomina componenti della Commissione Comunale sulla Protezione Civile e Sanità

Nessun commento:

Posta un commento