DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

giovedì 9 agosto 2012

GINOSA, BILANCIO APPROVATO IN QUATTRO ORE. Irrisolta la questione IMU per i suoli non edificabili.

di Nicola NATALE
GINOSA - Il Consiglio Comunale per l'approvazione del Bilancio 2012  tenutosi il 9 Agosto
Bilancio di previsione approvato a maggioranza per il Comune di Ginosa. 
Lo schema, quello solito: 12 i voti favorevoli, 5 i contrari quelli dell’opposizione targata pd e lista inglese.  
Dura filippica del sindaco Vito De Palma contro i minori trasferimenti statali e la nuova disciplina dell’IMU, la cui metà del gettito finisce allo Stato.
Nonostante i tagli siamo riusciti a non aumentare ulteriormente la tassazione, ma quella sull’IMU è una legge scellerata che scambia i Comuni per esattori” ha affermato. 
Infatti  le entrate tributarie per il Comune di Ginosa assommano a poco meno di undici milioni di euro, stando alla relazione presentata dal consigliere delegato Francesco Di Franco. 
Per il consigliere pd Enzo Giannico le entrate relative agli oneri di urbanizzazione ed ai proventi delle royalties (percentuali sugli utili) del fotovoltaico sono sovrastimate. 
Di crediti insussistenti ha parlato invece l’avvocato Cristiano Inglese riferendosi al consorzio Coprola, attivo ai tempi della costruzione del tronco fognario di Marina di Ginosa. 
Senza dimenticare di stigmatizzare la vicenda relativa ai terreni agricoli dichiarati edificabili solo sulla carta. 
La classificazione a suoli fabbricabili è infatti solo formale (non si può comunque costruire) ma obbliga al pagamento di una ICI ora IMU onerosa, che potrebbe indurre molti a disfarsene. 
Il Comune non ha ancora approvato i comparti nonostante si fosse impegnato a farlo” ha ricordato con una nota il comitato cittadino marinese.
In aula infatti era presente una delegazione di cittadini che da tempo si batte per una riduzione dell’imposta o quantomeno una rapida approvazione dei piani particolareggiati. 
La Commissione ad hoc che avrebbe dovuto procedere alla soluzione del problema “suoli non edificabili soggetti ad IMU” non si è mai costituita: servirebbero circa 200.000 euro ma la maggioranza non sa dove trovarli. 
Non sono nelle condizioni di darvi delle certezze, ma ribadisco la volontà di abbattere l’imposta” ha replicato il Sindaco rimandando il comitato ad un successivo incontro per il 3 Settembre. 
Il sindaco De Palma, nel suo intervento conclusivo ha aggiunto che “per ridurre le tasse bisogna dire quali capitoli si vanno a tagliare, ma nessuno ha fatto proposte”.
La seduta, altrimenti tranquilla,  ha avuto una coda polemica quando un cittadino esasperato ha inveito contro alcuni amministratori, ma la rissa verbale è stata prontamente sedata.

Nessun commento:

Posta un commento