DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

mercoledì 25 luglio 2012

MARINA DI GINOSA: SI RISPONDE ALLA CRISI ANCHE CON LA BIO-DINAMICA

di Nicola NATALE
L’agricoltura biodinamica inizia a farsi largo anche a Marina di  Ginosa. 
Vale a dire la coltivazione in assenza di concimi ed antiparassitari seguendo i metodi di Rudolf Steiner, uno studioso austriaco vissuto tra il 1800 ed il 1925.  
Domenica scorsa manifestazione in piazza San Pio con titolo significativo: “Biodinamica attiva la vita” organizzata dall’associazione culturale Le Ali. 
L’associazione è nata per dare risposte sul piano pratico alla crisi.  Oltre alla consulenze offerte ai soci da parte di professionisti – ne ha parlato l’avvocato Maria De Santo - l’associazione non rinuncia ad occuparsi del fabbisogno alimentare e soprattutto della sua qualità. 
L’iniziativa ha coinvolto con giochi i bambini e degustazioni e spiegazioni agli adulti del metodo e dei prodotti provienienti da agricoltura. 
Gli stessi prodotti che sono acquistabili con un gruppo di acquisto contattando direttamente il produttori attraverso il sito dell’associazione, le alimarinadiginosa.it.  
L’agricoltura biodinamica abbassa l’impronta ecologica dei prodotti consumati (cioè di quanta superfice abbiamo bisogno per produrli e smaltirli) e riattiva il ciclo virtuoso dell’economia a chilometro zero:  una scelta non autarchica, ma di buon senso. 
Massimo Castria, cons. comunale lista inglese
Così Massimo Castria, consigliere comunale e socio fondatore dell’associazione: “desideriamo che i nostri figli si nutrano dei prodotti stagionali partendo dal principio che, se la natura in un dato momento dell’anno ci dà dei prodotti è perché di quello abbiamo bisogno in quel momento”.
Conclude la presidente Carmela Di Lecce: “il nostro intento è promuovere e sviluppare il territorio che ci ospita valorizzando le risorse turistiche, produttive e ambientali che lo caratterizzano”. 
Come si vede dunque grande voglia di ripresa e di rinascita, partendo proprio dalla base. 
Dopo le prime esperienze di Nicola Del Giudice, uno dei primi a riconvertire la sua azienda agricola al metodo di coltivazione biodinamico, inizia una vera e propria fase di divulgazione finora assente. Va detto che Steiner diffuse in molteplici campi il suo approccio, non ultimo quello pedagogico.

Nessun commento:

Posta un commento