DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

domenica 29 luglio 2012

LATERZA. II° FESTIVAL DELLA PIZZA, dal 30 Luglio al 1° Agosto

di Nicola NATALE
Da sx Gianfranco Lopane e Giuseppe Matera, presidente apel
Confermato per il 2° anno il Festival della Pizza a Laterza. 
Le serate diventano addirittura tre, da Lunedì 30 Luglio a Mercoledì 1° agosto e saranno serviti anche primi piatti locali, come le orecchiette. Parteciperanno nell’ordine i Terraross, pizziche e canti popolari, i Gentlemen Rock ed infine la cover band White Queen. Inutile dire di chi. 
Lo scenario è sempre quello di Piazza Vittorio Emanuele, in pieno centro, ma aumenta l’area occupata - fin dalle venti - che andrà dalla rotonda fino alla piazzetta antistante il Palazzo Marchesale. Il festival è il risultato dell’associazione tra 15 operatori che hanno fondato, su impulso dell’amministrazione comunale, l’A.p.e.l., associazione pizzaioli enogastronomici laertini. 
Degno di nota il loro schema operativo perché negli incontri settimanali non solo si consolida la collaborazione, ma si discute della qualità degli ingredienti e della loro provenienza dal territorio. 
Dice Giuseppe Matera, presidente dell’associazione: “tutto questo ha prodotto già un primo risultato, l’innalzamento della qualità media della pizza laertina”. 
Interessantissimo il discorso sulla provenienza degli ingredienti: non c’è dubbio che ricostituendo davvero il circolo virtuoso delle produzioni locali e magari addirittura facendole risorgere, c’è il modo di invertire il trend dell’economia locale. 
Non è un caso che il Gal (gruppo d’azione locale) Luoghi del Mito abbia dato il suo patrocinio alle Serate del Gusto, in cui, oltre alla pizza, saranno ricompresi pane, focacce e la celeberrima carne al fornello. 
Tutti prodotti per cui la gastronomia laertina è diventata famosa e ricercata. 
Soddisfatto il sindaco Gianfranco Lopane che annuncia anche la presenza di un bus navetta e di parcheggi di scambio segnalati  per chi proviene dalle tre vie di accesso alla città, sede del parco delle Gravine, vale a dire dalla strada per Ginosa, da quella per Castellaneta ed infine da quella per Santeramo. “E’ un segno della qualità organizzativa dei nostri eventi che dà ai turisti la possibilità di arrivare ed andarsene o in tutta tranquillità e senza lo stress del parcheggio”.

Nessun commento:

Posta un commento