DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

martedì 3 luglio 2012

FESTA PD. PALLANTE A GINOSA, DECRESCITA FELICE PER SUPERARE LA CRISI

di Nicola NATALE
Margherita Zanelli, segretaria PD
Marina di Ginosa
Giuseppe Punzi,
segretario PD Ginosa
Si è conclusa domenica la festa democratica del pd. Il segretario Punzi reitera “l’accusa di soldi pubblici sprecati per sollazzo di chi ha ricevuto quella delega, dobbiamo dimostrare di saper fare meglio”.  Da venerdì a domenica 1° Luglio spettacoli e dibattiti si sono alternati, dopo che per tre anni la festa non c’era stata. Nello stesso tempo anche a Marina di Ginosa si è affidato il partito ad una giovane, l’avv. Margherita Zanelli. Per Punzi, che accoglie le istanze rottamatrici alla Renzi,  “l’anziano è sempre la saggezza di un partito”. Di particolare rilievo la presenza dell’ing. Maurizio Pallante, autore tra le altre cose di “Debiti pubblici, crisi economica e decrescita felice”.
Allora ingegnere, lei sembra mettere assieme ecologia, tecnologia ed economia….
Bisogna riunificare questi concetti ora separati. Dobbiamo produrre quello ci serve per vivere bene consumando il minimo e inquinando il meno possibile.
Lo sviluppo sostenibile non è equiparabile alla decrescita felice?
Quello di sviluppo è un concetto ambiguo, anche se condivisibile rispetto all’aggettivo sostenibile. Ma con la decrescita io sostengo che non dovremmo produrre più cose che non servono. Le nostre case consumano per il riscaldamento invernale il triplo delle peggiori case tedesche.  Si possono creare molti posti di lavoro ristrutturando le case esistenti, per ridurre la dispersione termica, con i soldi risparmiati si possono pagare gli stipendi di chi lavorerà a queste ristrutturazioni.
L'ing. Maurizio Pallante con Antonio Castria, segretario giovani pd
Cos’altro ci dice nel suo libro?
Per superare la crisi dobbiamo sviluppare nuove tecnologie. Se si riduce il debito con le tasse, si riduce la domanda, aggravando la crisi. Se si vuole rilanciare l’economia, aumentando il debito, è chiaro che si peggiorano le cose, aumentando il debito pubblico. Bisogna trovare denaro fresco per rilanciare gli investimenti. C’è una sola via, ridurre gli sprechi, non consumando ciò che non ha nessuna utilità. 

Nessun commento:

Posta un commento