DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 16 giugno 2012

DE PALMA: “VOLEVAMO SALVARE LA PRIMA CASA DALL’IMU”

dal Quotidiano del 15 Giugno 2012
di Nicola NATALE
Il Sindaco di Ginosa, Vito De Palma
Nel Municipio alle diciassette c’é silenzio, nessuno nei corridoi. Nella sala giunta una riunione è in corso tra il sindaco Vito De Palma, il cons. ai lavori pubblici Vincenzo Di Canio e un tecnico comunale. Sono giorni caldi all’ufficio tributi per via della nuova stangata che va sotto il nome di IMU (imposta municipale unica) e che sostituisce l’ICI. Nella scalinata di ingresso un cartello recita, proprio contraddicendo la definizione di legge: “quest’IMU non è dei Comuni”. Su questo e su altri temi abbiamo sollecitato il Sindaco, che ha già consumato il 31 Maggio scorso un anno del suo mandato.
Contento dell’anno passato?
Sì, anche se con un assessore, alcuni consiglieri in meno e problemi in più. Tuttavia conoscevamo già le opere pubbliche intraprese che stiamo completando e non abbiamo interrotto mai la ricerca di finanziamenti per migliorare o dotarci delle infrastrutture necessarie e non gravare sul bilancio comunale.
Per molti ginosini l'IMU 2012 è circa il doppio dell'ICI 2011
A proposito di bilanci ed IMU, ci sono terreni dichiarati edificabili solo in teoria. Che fine ha fatto la Commissione chiesta dai cittadini vessati?
Sono cambiate troppe cose rispetto a quel Consiglio di Dicembre scorso, tra cui proprio l’IMU. Intanto possiamo dire che i piani particolareggiati sono vicini all’adozione in Consiglio, poi spetterà alla Regione.
Ma quella classificazione di edificabilità è stata fatta solo per fare cassa?
Quella dipende dal PRG di 11 anni fa, pensato ancor prima. Di ICI noi incassavamo 3,5 milioni, con l’IMU sono sei, ma la metà di questi vanno allo Stato. A questo dobbiamo aggiungere i 2 milioni in meno di risorse statali. Nonostante questo abbiamo mantenuto le aliquote al minimo di legge. Volevamo azzerare la tassazione sulla prima casa, ma non ce l’avremmo fatta con il bilancio e i ratei in corso. Vorrei dire però che aumentare le aliquote, significa aumentare l’evasione. Il cittadino impossibilitato a pagare, non paga a metà, bensì non paga affatto.
Per cui farete accertamenti, lei è anche un funzionario dell’Agenzia delle Entrate…
Quelli ci sono sempre, anche per un principio di rispetto per chi paga. Sono però estremamente critico sulla scelta di Monti e del Parlamento di risanare il debito pubblico aumentando le tasse. Andavano eliminati gli sprechi, anche noi ad esempio come Comune avremo meno risorse da destinare alle manifestazioni estive. Avrei voluto togliere in perfetto e rigido stile berlusconiano l’imu sulla prima casa, ma senza quelle risorse non avremmo potuto compensare i tagli.
Marina di Ginosa,
vista dal ponte della Marinella il 2 Marzo 2011
Il porto turistico è stato un suo cavallo di battaglia. Era solo campagna elettorale?
No, il progetto va avanti. Chiaramente è in corso di redazione.
Sono emerse difficoltà tecniche? Il fondale è sabbioso ed è la foce del torrente Galaso….
Il 1° Marzo 2011 ero sul ponte della Marinella durante l’alluvione. Se avessimo avuto una foce più ampia, avremmo avuto meno problemi. Chiaramente non è un’opera semplice e siamo alla fase della progettazione esecutiva.
E quanto al rifacimento delle due piazze centrali, IV Novembre e Marconi?
Non ci sarà un parcheggio sotterraneo, ma c’è un progetto migliorativo che abbiamo approvato in giunta. I lavori saranno condotti a lotti.

Nessun commento:

Posta un commento