DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 30 giugno 2012

CASTELLANETA. INVENTARSI UN LAVORO: IL FARMACO AL TELEFONO.

dal Quotidiano del 29 Giugno 2012
di Nicola NATALE
Crearsi un lavoro quando nessuno te ne offre uno. Danilo Pontassuglia, 25 anni da Castellaneta, prova a portare farmaci a domicilio, di qui il nome “principio attivo”. 
Con un costo iniziale modico, 50 centesimi. Inizia a pubblicizzare la sua idea, non originale, ma pensata sulle esigenze reali dei  centri della provincia jonica, in cui cresce inesorabilmente l’età media. 
Pontassuglia è un perito informatico, ma scarta subito l’idea di vendere pc ed elettronica. Troppo scarso il target di riferimento, troppo feroce la concorrenza.
E’ l’unico rimedio al trasferimento?
Sono già stato fuori, a Reggio Emilia, lavorando part-time in corsi di informatica destinati ad anziani. Ho lavorato a Bari come tecnico dei computer, poi di nuovo a Castellaneta, ed ancora Bari. Poi un viaggio a Berlino mi ha fatto pensare che, se avessi avuto un amico con la stessa quantità di stupidaggine e palle, non sarei più tornato in Italia.
Come nasce allora l’idea di “Principio Attivo”?
E’ un servizio già attivo in molte parti d’Italia, può funzionare benissimo qui mettendoci del tuo.  Del resto si parla sempre di impresa sociale, ebbene questa lo è. Altre aziende, molto più strutturate,  offrono nelle città più grandi come Taranto, lo stesso servizio. Perché non provare allora a farlo in provincia da solo, cercando di allontanare la possibilità di un lavoro sottopagato a vita come dipendente?
In alcuni Comuni è già attivo un servizio simile offerto dai servizi sociali. Credo ci sia anche a Castellaneta….
Certo, è fatto dall’Auser ma solo per chi si trova in particolari condizioni. E tutto il resto? A tutto il resto ci si può rivolgere con “principio attivo” in assoluta riservatezza. Una volta conosciuti, in paese è così, si assume una responsabilità, l’elemento personale è fondamentale.
Pensa di aggiungere qualcos’altro a questi servizi a domicilio?
L’idea è quella di soddisfare quanto più possibile le esigenze quotidiane “a porta a porta”. Pagamento bollette, prenotazioni visite ospedaliere, tutto quello che un anziano da solo avrà difficoltà a fare... www.principioattivo.info

Nessun commento:

Posta un commento