DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 11 maggio 2012

GINOSA, SINDACO DE PALMA: “MA QUALE DEFICIT STRUTTURALE”? "SIAMO IN AVANZO"!

dall'articolo del Quotidiano del 10 Maggio 2012
di Nicola NATALE
Vito De Palma, sindaco di Ginosa dal Maggio 2011
Non ci sta il sindaco di Ginosa a sentire dire che il suo Comune è in deficit strutturale.
Prende carta e penna e risponde piccato all’accusa dell’avv. Cristiano Inglese dell’omonima lista.
Vi abbiamo sempre lasciato pieno accesso a tutti gli atti sembra dire il dr. De Palma ed ora ci trattate così.
Va da sé - dice il Sindaco - che nemmeno i consiglieri della maggioranza hanno visto il conto consuntivo che avrebbero dovuto approvare.
Alla fine nel famoso consiglio del 27 Aprile scorso il punto all’ordine del giorno è stato ritirato per essere riproposto dopo i fatidici venti giorni.
Teoricamente in questi giorni ci dovrebbe essere un assalto alle carte comunali, anzi in ossequio alle moderne tecnologie, non dovrebbe essere difficile passarlo via e-mail a tutti i consiglieri.
Tuttavia ci tiene a precisare il sindaco il Comune di Ginosa non è affatto in deficit ma presenterà anzi un avanzo di oltre 900.000 euro.
Cosa che riesce difficile a spiegarsi dopo le spese per l’alluvione del 2011 che assommano secondo fonti comunali a circa 1,3 milioni di euro. Ma che soprattutto bloccherà l’utilizzo di quegli avanzi fino all’approvazione dei conti degli anni precedenti e sospenderà l’erogazione del contributo statale ordinario.
Allora sindaco perché tutto questo agitarsi?
L'avvocato Cristiano Inglese, consigliere di minoranza
Alle idiozie, bisogna rispondere. Sono state scritte cose assurde. Sono dieci anni che il conto consuntivo viene approvato oltre i termini e senza dare i venti giorni. Anche perché il risultato è scontato: la maggioranza vota, la minoranza si astiene  o vota contro. La mia disponibilità a rispettare i termini di visione viene confusa con la mancanza di equilibrio finanziario. Lo sa Inglese e tutti gli altri che il conto si é chiuso con un avanzo di 950.000 euro?
Con all’interno le spese per l’alluvione?
Certo. Ma quale mancanza di equilibrio? L’unico equilibrio che manca è quello intellettuale. Diciamo str….. a volontà. Sto replicando in maniera pesante perché scrivere che il Comune è strutturalmente deficitario è falso, poiché abbiamo rispettato il patto di Stabilità nonostante l’alluvione che ha creato qualche problema. Tuttavia abbiamo chiuso con meno avanzi rispetto agli anni scorsi poiché il conto è un confronto tra saldi.  Il patto di stabilità è stato rispettato con un saldo positivo di soli 20.000 euro, ottenuto impegnando meno cifre in bilancio.
Quindi con quell’avanzo l’accusa potrebbe essere di non aver usato tutte le risorse a disposizione, nonostante l’emergenza?
Su questo sono disposto a confrontarmi. Il bilancio di previsione conteneva un’entrata di 600.000 euro da ici sul fotovoltaico che non si è verificata poiché gli impianti costruiti non sono stati ancora connessi alla rete. A Settembre quindi ho dovuto tirare la cinghia, quest’anno dovremmo poter utilizzare quei fondi.

Nessun commento:

Posta un commento