DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

sabato 17 marzo 2012

PIU' ASSISTENZA AI DISABILI A SCUOLA. FRIGIOLA: A LATERZA SIAMO STATI PIONIERI

dall'articolo apparso sul Quotidiano del 16 Marzo 2012
di Nicola NATALE
Da sx Domenico Lassandro - coop sociale ADAMS,
 Franco Frigiola - ass. ai servizi sociali del Comune di Laterza - 
I servizi sociali dovrebbero essere presi terribilmente sul serio. Non sempre lo sono, anche se di anno in anno i finanziamenti dei piani di zona crescono. 
A Laterza è attivissimo l’assessore Franco Frigiola (UdC) che con Domenico Lassandro della cooperativa sociale ADAMS  presenta il nuovo servizio di integrazione scolastica per i disabili. 
Un servizio difficile da capire per chi non ha un figlio disabile. 
E’  fondamentale invece avere qualcuno che presta professionalmente ai minori disabili  un supplemento di insegnamento e di assistenza. Sono lavori per cui è essenziale la passione, non possono essere scelti come ripiego. 
Da Lunedì 19 Marzo il servizio sarà potenziato con l’assegnazione definitiva alla cooperativa ADAMS. 
Ne beneficeranno tutti i 73 disabili che frequentano le scuole di Ginosa, Laterza e Castellaneta. 
A Laterza in particolare lavoreranno 14 operatori per assistere 27 bambini disabili, un numero raddoppiato negli ultimi anni nonostante la diagnostica e le cure sempre più avanzate. 
Altri 15 operatori saranno presenti a Ginosa ed altri 7 a Castellaneta in base alle esigenze espresse dai dirigenti scolastici.  Finora il Comune di Laterza aveva gestito il servizio di integrazione scolastica in maniera ridotta con fondi propri, spendendo 40.000 euro, anche gli assessori si erano “tassati”. 
Una dimostrazione - dice Frigiola – di quanto sentiamo indispensabile il servizio. 
A Laterza questo servizio è attivo dal 2000 siamo stati dei pionieri, anche quindi dando lavoro qualificato a laureati in scienze dell’educazione e agli operatori con un particolare profilo”. 
Lassandro dal canto suo ha voluto sottolineare la positiva ricaduta sui disabili e la riproposizione di un viaggio a Eurodisney a Parigi sorteggiato per 1 bambino ed un accompagnatore per ogni Comune: “siamo diventanti un riferimento non solo in Provincia di Taranto, trovare le mamme che ti ringraziano per quanto facciamo non ha prezzo”. 
Il recupero di abilità residuali e l’ulteriore aiuto all’apprendimento sono importanti non solo per il disabile, ma anche per la famiglia che sperimenta il valore di un’assistenza sociale che funziona, di uno stato che c’è.  
Frigiola ha poi voluto accennare all’esperienza delle borse lavoro per soggetti socialmente svantaggiati: "4 ragazzi con fragilità lavorano in aziende locali con un’indennità minima", poi ancora l’assistenza domiciliare educativa (ADE) per i minori con problemi familiari ed ancora il progetto in itinere con il Gruppo di azione locale G.A.L. Luoghi del Mito che coinvolge la biblioteca comunale”. 
Un’attività continua - conclude Frigiola - che ha messo da parte definitivamente l’assistenzialismo e che ha trovato sempre continuità con qualsiasi tipo di Amministrazione.

Nessun commento:

Posta un commento