DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

lunedì 5 marzo 2012

LATERZA SARA' SEDE DEL PARCO DELLA TERRA DELLE GRAVINE. LA SODDISFAZIONE DEL SINDACO LOPANE.

dall'articolo apparso sul Quotidiano del 4 Marzo 2012
di Nicola NATALE
La Gravina di Laterza
Laterza, sede del parco regionale della Terra della Gravine. 
Lo ha annunciato l’assessore provinciale all’Ambiente Michele Conserva nel corso del convegno tenutosi venerdì scorso (2 Marzo) presso la Cittadella della Cultura nella cittadina conosciuta anche per la sua famosa carne al fornello e per le sue maioliche.  
A questo si aggiunge un finanziamento di 870.000 euro per la creazione di percorsi naturalistici all’interno della Gravina che ricordiamo essere la più profonda e selvaggia tra le tante presenti nel versante ovest della Provincia di Taranto. 
Sono i primi vagiti di una politica per la valorizzazione del territorio cui dovrebbero seguire gli investimenti privati per la ricettività. 
Un momento del convegno "Qualigouv"
Ma le nostre Gravine vanno protette (anche se nel frattempo si sono rovinati gli affreschi antichissimi)  e  soprattutto deve migliorare la gestione delle foreste nelle aree protette dei paesi mediterranei, particolarmente poco estese e vulnerabili. 
Per questo è stato approvato il progetto “Qualigouv”, realizzato dalla For.Rest. Med. S.r.l. un’azienda nata in seno all’Università di Bari, tecnicamente uno spin-off. 
Il progetto nasce 5 anni fa grazie al settore aree protette della Provincia di Taranto  e coinvolge anche la regione della Murcia (capofila) e numerosi altri parchi francesi e spagnoli. 
Le gravine coinvolte sono quelle di Castellaneta, Ginosa, Laterza, Mottola e Palagianello, interessate principalmente da foreste di pino d’aleppo, dalle macchie-foreste di leccio e, nei pianalti circostanti, da quercia troiana.  
La Gravina di Ginosa 


Il progetto punta a renderle sostenibili valorizzando la loro produzione e i loro servizi, diretti ed indiretti. Dal legno alla difesa del suolo. I risultati del progetto svolto nel territorio delle Gravine sono sul sito forrestmed.com. 
L’aspetto senza dubbio più importante è  il rapporto tra i proprietari di immobili, pubblici e privati, in area gravinale e l’istituendo Parco delle Gravine, per la cui delimitazione e disciplina si sono accese aspre contese politiche, ancora non sopite.   
Il progetto Qualigouv è un modello complessivo per la gestione delle foreste, utilissime giacché  influenzano in positivo il clima, rinfrescando l’aria circostante e provocando la formazione di nubi. 
Alla conferenza hanno partecipato numerosi Istituti scolastici del territorio appositamente invitati nonché il Sindaco di Laterza Gianfranco Lopane,  il direttore dell’Ente provvisorio di gestione del parco Angelo Borgia, il prof. Vittorio Gualdi e la prof. Patrizia Tartarino per ForRestMed, Filippo Bellini per la Provincia di Taranto e il comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato Giuseppe Silletti. 
Il rapporto di Laterza con il Corpo Forestale è stato sempre intenso ospitando un Comando sempre attivo nella conservazione di un bene di cui ancora non si capisce l’importanza. 

Nessun commento:

Posta un commento