DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

venerdì 9 marzo 2012

GUGLIOTTI CANDIDATO SINDACO CENTRODX A CASTELLANETA


dall'articolo apparso sul Quotidiano dell'8 Marzo 2012
di Nicola NATALE
Il Sindaco di Castellaneta Italo D'Alessandro consegna al candidato sindaco Gugliotti (al centro)
un aratro monovomere

Castellaneta: a due mesi esatti dalle elezioni sciolta la riserva sul candidato sindaco del centrodestra. 
E’ l’avvocato Giovanni Gugliotti, 36 anni, funzionario INPS. L’annuncio ufficiale ieri mattina (7 Marzo) alla stampa ed ai sostenitori presso la sede del museo civico dedicato a Rodolfo Valentino, cui Castellaneta ha dedicato numerose sale dell’ex monastero di Santa Chiara.  
Gugliotti consolida quindi il suo peso politico e simbolicamente il sindaco uscente D’Alessandro gli consegna un modellino d’aratro monovomere, di quelli trainati dai cavalli. 
Tocca a lui ora arare il campo del centrodestra. 
Una mossa ben studiata che diverte i supporter e fa scattare i flash. D’Alessandro prima di cedere la parola conclude: “non farò mancare il mio apporto come sindaco fino alla consegna del “munus pubblico” , d’altra parte anche la lista Cittadini per Castellaneta che mi ha appoggiato lealmente in questi anni riceverà il mio impegno”. 
Da capo della coalizione, come un buon padre di famiglia dovevo dedicarmi  a tutte le forze politiche che mi sostenevano, questo è stato il principio a cui mi sono ispirato in questi 5 anni da Sindaco”.
La coalizione a supporto di Gugliotti durante la conferenza stampa di presentazione
Subito dopo interviene Annibale Cassano per il quale “Italo” va ringraziato a nome di tutta la maggioranza. 
Entrambi avete subito minacce pesanti con l’incendio delle vostre auto - dice a D’Alessandro e Gugliotti -  poca cosa rispetto al taglio delle ruote della mia. 
Atti dovuti, secondo il medico prestato alla politica, “all’odio e al rancore in cui si è avvitato il dibattito politico”. Ma abbiamo bisogno di continuità dice Cassano e “tra Italo e Giovanni c’è”. Gugliotti è presidente del consiglio comunale uscente e dal 2009 vicepresidente del Consiglio provinciale. 
Insomma giovane sì, ma non certo un novellino. 
Del resto, dicono in conferenza, la società civile è un termine dei giornalisti, noi politici non siamo mica marziani. 
Dice ancora il consigliere comunale Annibale Cassano: “L’Amministrazione D’Alessandro non è stata un fallimento,  sono stati realizzati il lungomare ed il sottopassaggio durante una crisi economica durissima”. Per questo chiunque verrà dovrà ritoccare le tasse, ma almeno finora la campagna elettorale è soft”. 
Poi arriva il vero endorsement, l’appoggio incondizionato: 
“il ricambio generazionale è una necessità, Giovanni è un politico navigato, che ha la “cattiveria giusta” che è mancata a me. In lui ci vedo il vero Sindaco perché é preparato, ma siamo morti senza continuità. Dovrà concludere quello che D’Alessandro ha iniziato”. 
Conclude Gugliotti che incita tutti a lavorare sul programma della città. 
Servono incontri e dibattiti, serve internet  per confrontare idee e aspetti della città da migliorare, solo "stando uniti vinciamo". 
Ed infatti al tavolo sono presenti i partiti e le liste che lo sostengono: PDL, UdC, Puglia prima di tutto, l’Api di Durante, Movimento Schittulli,  Cittadini per Castellaneta, Castellaneta anch’io e Largo ai giovani. 

Nessun commento:

Posta un commento