DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

29 febbraio 2012

GINOSA ALLA BIT DI MILANO CON DE PALMA, CASSANO, LANERA

29 Febbraio 2012                                     
Da sx i cons. com. Giacomo Cassano e Pietro Lanera. Al centro il sindaco Vito De Palma
di Nicola NATALE
Trasferta milanese per il sindaco Vito De Palma ed i consiglieri comunali Giacomo Cassano e Pietro Lanera. 
I tre hanno rappresentato il Comune di Ginosa alla Bit, la Borsa Internazionale del Turismo di Milano il  17 ed il 18  febbraio scorso, come comunicato ieri in una nota. 
L’Amministrazione si è avvalsa dello stand fieristico della Regione Puglia e della Provincia di Taranto con la “Magna Grecia e Gravine”, presentando il meglio del territorio ginosino col binomio gravina e mare. 
Ginosa e Marina di Ginosa, grazie alle naturali bellezze – commenta soddisfatto il sindaco Vito De Palma – offrono al visitatore un entroterra unico quale la “gravina”, ove si possono ammirare nell’habitat rupestre, fauna, flora e habitat e resti  archeologici nonché  il mare, quello delle 13 Bandiere Blu, che certifica, a livello europeo, la qualità e la pulizia delle spiagge. Tutto questo ed altro sono contenuti nel tris di brochure che, per l’occasione, abbiamo presentato alla manifestazione fieristica milanese”. 
Alla Bit erano “presenti” anche le 70 “masserie didattiche”, riconosciute dalla Regione Puglia che hanno mostrato le proprie peculiarità architettoniche, culinarie ed eno-gastronomiche. Un tesoro architettonico e culturale che noi diamo per scontato ed è invece molto in pericolo. 
Presso la sede (attivissima) dell’Associazione Regionale Pugliesi, poi, è stato presentato il nuovo numero della rivista “Spiagge” diretta dalla giornalista Carmen Mancarella, occasione colta per sottolineare ancora una volta la bellezza dell’arenile marinese, candidato alla 14^ Bandiera Blu. 
Al termine dell'incontro degustazione di prodotti tipici a cura dell’Associazione “Amici del Gusto” di Ginosa. 
Il consigliere comunale Giacomo Cassano, delegato al marketing ed alle attività produttive ha dichiarato che “a Ginosa ci sono tutti i 5 buoni motivi esposti dall’assessore regionale al Turismo Silvia Godelli per venire in Puglia”. 
Ginosa – ha continuato - con un pizzico di presunzione, racchiude: 1) una spiaggia eccezionale (sabbia dorata, mare pulito, ecc.); 2) entroterra ricco di storia (Chiesa Madre, Castello Normanno, ritrovamenti archeologici, forse unici); 3) eccezionali bellezze naturalistiche (...in assoluto la Gravina); 4) tradizione eno-gastronomica (vini, olio, prodotti da forno, la carne al fornello ecc.); 5) eventi e tradizioni culturali (l’incomparabile ‘Passio Christi’)”. 
Irrinunciabile il riferimento alla Passio Christi in gravina, rappresentazione sacra giunta alla 37^ edizione, che quest’anno sarà presentata il 17 marzo prossimo, in collaborazione con l’Associazione Regionale Pugliesi, presso lo storico Palazzo “Isimbardi” sede degli organi istituzionali della Provincia di Milano. 
Un tentativo come si vede per "vendere il prodotto Ginosa" assieme alla Puglia e per dare concretezza a quegli slogan che vorrebbero lo sviluppo pugliese ancorato prevalentemente al turismo.

Nessun commento:

Posta un commento