DIGITA LA TUA MAIL QUI PER GLI AGGIORNAMENTI

domenica 20 luglio 2014

MARINA DI GINOSA, GIULIANO ED ASIA, SALVATAGGIO DA MANUALE.


QUOTIDIANO DI PUGLIA 20 LUGLIO 2014
di Nicola NATALE
Può capirlo solo chi l’ha provato. 
Trovarsi in difficoltà in mare, con corrente avversa e crampi alle gambe suscita le paure più profonde. 
Anche se si hanno ventidue anni e tanta energia come Antonio Sciacoviello da Santeramo in Colle. Venerdì scorso stava allegramente solcando le acque da sedici bandiere blu di Marina di Ginosa con un’acqua scooter quando la moto non ha dato più segni di voler ripartire. Il lido Dubai Beach nelle cui acque il giovane scorazzava aveva issato per tempo la bandiera rossa segno di condizioni meteo-marine avverse, in particolare per il vento e le correnti che spingevano al largo. 
Ma Giuliano Pioggia, titolare del lido era all’erta e col binocolo si è accorto subito che qualcosa non andava. 
Il malcapitato era già molto oltre le boe rosse, cioè quelle poste dove le acque diventano potenzialmente pericolose. Distanza non proibitiva, circa quattro metri ma tale da essere molto pericolosa proprio per la spossatezza ormai evidente del turista. 
QUOTIDIANO DI PUGLIA - Il salvataggio in prima pagina.
A quel punto non c’era molto da pensare  e Pioggia si precipita a prendere l’apposito pattino di salvataggio ma non è  solo. Con lui la sua Asia, una femmina di labrador che lo ha seguito mettendo a segno il suo primo soccorso in maniera encomiabile. 
Infatti dopo aver remato per raggiungere il malcapitato ed averlo issato a bordo le energie di Giuliano si erano quasi del tutto esaurite. Non però quelle del suo cane addestrato insieme con lui a trarre d’impaccio in un corso della scuola italiana cani salvataggio. E’ bastata una cima legata alla speciale imbragatura galleggiante da salvataggio per rimorchiare in sicurezza pattino e moto d’acqua. 
Tragedia evitata e battesimo del fuoco (anzi dell’acqua) conclusosi con un successo pieno per l’unità cinofila che appena ad aprile scorso aveva ottenuto il suo brevetto con un corso riconosciuto dalla Capitaneria di Porto. 
Un brevetto che però viene concesso dopo numerosi addestramenti che durano tutto l’anno in condizioni di mare mosso e con correnti avverse. 
I cani sics” ha  detto Pioggia “si mantengono in costante addestramento nuotando per ore con il loro amico umano e consentendo anche interventi in presenza di scogliere proibitive per le imbarcazioni”.  Al loro arrivo sulla spiaggia, la commozione dei presenti era palpabile.
Nel corso della consegna della bandiera blu (23 luglio 2014)  ai lidi di Marina di Ginosa
anche l'unità cinofila Giuliano ed Asia del lido Dubai Beach è stata premiata per l'impegno.

Nessun commento:

Posta un commento